Milan, da Aubameyang ad Ibrahimovic: ecco la situazione per l’attaccante

Zlatan Ibrahimovic - Foto Nazionale Calcio CC BY 2.0

Il Milan pensa continuamente all’attaccante. Sarebbe la ciliegina sulla torta di un mercato semplicemente faraonico, Mirabelli e Fassone sfogliano la margherita: Belotti, Aubameyang, Kalinic, Diego Costa e perfino Ibrahimovic. Per il centravanti del Torino la situazione è in stand-by nel senso che Cairo non arretra di un centimetro ed il Milan non ha intenzione di spendere 80-90 milioni per il “Gallo”. Si guarda con decisione al centravanti del Borussia Dortmund Aubameyang: nei prossimi 10-15 giorni potrebbe esserci l’offensiva giusta perché Montella vuole la prima punta per l’inizio del campionato (lunedì 21 agosto a Crotone).

Ma occhio anche alla situazione Diego Costa. L’ex attaccante del Chelsea è promesso all’Atletico Madrid che però non può acquistarlo prima di gennaio per via del blocco sul mercato. Siamo nell’anno Mondiale ed il centravanti spagnolo non ha nessuna intenzione di rimanere fermo sei mesi, come il Milan non ha nessuna intenzione di prenderlo per sei mesi e poi cederlo all’Atletico Madrid a gennaio. Jorge Mendes potrebbe riuscire a convincere il giocatore per trasferirsi a Milano.

Kalinic invece ha già tutti gli accordi con i rossoneri ma non è la prima scelta. Quindi sarebbe una eventuale scelta di ripiego oppure potrebbe essere acquistato insieme ad un altro attaccante, come per esempio Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese si è proposto al Milan ma i rossoneri non vorrebbero nuovamente sedersi a trattare con Mino Raiola senza considerare che Ibra viene da una rottura del crociato e salterà la prima parte della stagione. Situazione attaccante tutta da monitorare, sarà un agosto caldissimo per la ciliegina sulla torta.