Serie A, snodo cruciale alla 15a: Lazio-Juventus e Inter-Roma possono indirizzare il campionato

Tifosi Curva Nord Inter, San Siro - Foto Antonio Fraioli Tifosi Curva Nord Inter, San Siro - Foto Antonio Fraioli

La 15a giornata di Serie A potrebbe già diventare cruciale per le sorti di un campionato che entra sempre più nel vivo. A sfidarsi, infatti, le prime quattro del campionato: venerdì sera il primo anticipo a San Siro è uno straordinario Inter-Roma, nel quale si scontrano quelle che probabilmente sono le squadre più in forma del campionato insieme alla Lazio. I biancocelesti ventiquattrore dopo ospiteranno la Juventus che ha smarrito la leadership della classifica dopo il pareggio col Sassuolo e non può più permettersi di sbagliare.

CLASSICA A SAN SIRO – A San Siro venerdì sera (anticipo disposto per l’impegno in Champions dei nerazzurri martedì contro il Barcellona) la nuova, vecchia capolista del campionato ospita la Roma in una delle classiche della Serie A, specialmente qualche anno fa quando entrambe lottavano per lo scudetto e si ritrovavano di fronte anche nelle finali di Coppa Italia e Supercoppa. In palio quest’anno c’è di nuovo tantissimo: i nerazzurri vogliono difendere il primo posto del campionato e mettere pressione alla Juventus che giocherà poi la sera dopo a Roma contro la Lazio, i giallorossi in caso di blitz al Meazza si porterebbero momentaneamente al terzo posto scavalcando i cugini biancocelesti. La coppia Lautaro-Lukaku sembra inarrestabile, ma Fonseca ha ritrovato un Pellegrini decisivo e ispiratore e Dzeko potrà creare grattacapi a Conte, che in estate l’avrebbe voluto alla sua corte.

VIETATO SBAGLIARE – Dopo il deludente pareggio contro il Sassuolo, per la Juventus è vietato sbagliare. Ma i bianconeri devono fare visita alla Lazio all’Olimpico: una sfida tradizionalmente ostica nelle ultime annate, e il ricordo va alla Supercoppa Italiana vinta due anni fa dalla squadra di Inzaghi con il gol di Murgia all’ultimo minuto. I biancocelesti, tra l’altro, sono la squadra con la serie aperta di vittorie consecutive più lunga in Serie A: sei di fila in risposta a un periodo negativo tra settembre e ottobre, adesso con un Immobile devastante e Luis Alberto e Correa in gran forma la Lazio costituisce l’avversario peggiore per i ragazzi di Sarri, che hanno palesato diversi limiti dal punto di vista del gioco e dei meccanismi difensivi, e soprattutto devono fare i conti con la crisi nera di Cristiano Ronaldo. Inter-Roma e Lazio-Juventus, la sensazione è che in chiave classifica questi due big match della 15a giornata potranno ritagliarsi un peso specifico importante a fine anno.