Serie A 2019/2020, si parte con Parma-Juventus: statistiche e curiosità della prima giornata

Fiorentina femminile - Foto Sportface Fiorentina femminile - Foto Sportface

Sabato 24 agosto alle 18,00 inizia la stagione 2019/2020 di Serie A con il match Parma-Juventus: nelle due partite giocate lo scorso anno i gialloblù hanno segnato quattro gol ai bianconeri (primo settembre 2018 Parma-Juventus 1-2, il 2 febbraio 2019 Juventus-Parma 3-3) bissando così un piccolo record: nessuna squadra tra andata e ritorno è riuscita ad andare in rete in più circostanze contro i campioni d’Italia in carica pur ottenendo un solo punto. La “Vecchia Signora” ha avuto la miglior difesa del torneo in ciascuna per delle otto stagioni consecutive in cui ha vinto lo scudetto (nella scorsa stagione la Juventus ha subito soltanto 30 reti). Maurizio Sarri non siederà in panchina né contro il Parma né contro i Napoli per la prosecuzione delle cure contro la polmonite. Alle 20,45 la Fiorentina riceve proprio gli azzurri: nelle ultime quattro gare di Serie A i viola hanno concesso solo un gol a Insigne e compagni, considerato o stesso numero di incontri i partenopei hanno segnato almeno tre reti contro qualsiasi altra squadra.

Domenica 25 agosto alle 18,00 il Milan fa visita all’Udinese: gli ultimi nove confronti tra le due squadre sono terminati in parità o con un trionfo da parte di una delle due compagini con un solo gol di margine, bilancio in  perfetta parità quindi con tre successi a testa e altrettanti pareggi. Nello scorso campionato Piatek è stato capocannoniere sia nel Genoa (13 reti realizzate) che nei rossoneri (nove centri). Alle 20,45 il Cagliari attende il Brescia: gli ultimi incroci tra le due squadre risalgono al campionato di Serie B 2015/2016 (28 novembre 2015 Brescia-Cagliari 4-0, 16 aprile 2016 Cagliari-Brescia 6-0), le Rondinelle si sono aggiudicate lo scorso campionato di Serie B segnando complessivamente 69 gol. Alfredo Donnarumma ha timbrato il cartellino 25 volte ed Ernesto Torregrossa 12 per un totale di 37 centri, i due calciatori hanno segnato quindi più della metà dei gol. Massimo Cellino torna a Cagliari dopo essere stato presidente della società rossoblù per diversi anni.

Contemporaneamente il Bologna incontra in trasferta il Verona: i rossoblù si sono aggiudicati quattro delle ultime cinque partite contro i gialloblù disputate in tutte le competizioni (una sconfitta) compresi i successi dei match di andata e ritorno del campionato di Serie A 2017/2018. Nelle cinque gare dei play-off di Serie B giocate nella scorsa stagione la squadra di Juric ha mantenuto la porta inviolata tre volte dopo esserci riuscita solo in due occasioni nelle ultime 19 partite del torneo. All’Olimpico va in scena Roma-Genoa: il 9 gennaio 1994 in questo stadio l’incontro è terminato 1-1, da allora i giallorossi hanno inanellato una serie di 13 vittorie casalinghe consecutive. Negli ultimi dieci match giocati nella scorsa stagione i rossoblù non hanno mai vinto (cinque pareggi e altrettanti k.o), nonostante questa sia stata la seconda striscia stagionale senza vittorie lunga 10 partite (quattro pareggi e sei sconfitte nel periodo tra ottobre e dicembre 2018) la squadra di Andreazzoli è riuscita comunque ad evitare la retrocessione.

La Sampdoria riceve la Lazio: i biancocelesti si sono aggiudicati undici delle ultime 15 gare  di Serie A contro i blucerchiati (per il resto tre pareggi ed una sconfitta) segnando 32 gol contro i 12 doriani. Aria di derby in qualche modo per Eusebio Di Francesco: l’allenatore nato a Pescara è infatti stato coach della Roma dal 2017 al 2019. L’Atalanta fa visita alla Spal: i ferraresi hanno trionfato 2-0 in questo stadio nello scontro diretto giocato il 17 settembre 2018, i nerazzurri invece hanno collezionato 41 punti nel girone di ritorno dello scorso campionato (quattro in più rispetto a qualsiasi altra squadra). Il Torino attende il Sassuolo: i granata sono imbattuti nelle ultime sei partite di Serie A contro i neroverdi, nello specifico in casa la squadra di Mazzarri ha collezionato tre vittorie nelle ultime tre gare disputate realizzando 11 gol e subendone solo cinque. Nella scorsa stagione solo il Napoli ha segnato più del Sassuolo con giocatori provenienti dalla panchina (12 centri contro dieci): queste dieci segnature sono arrivate da sette calciatori diversi.

Chiude la prima giornata Inter-Lecce (lunedì 26 agosto alle 20,45): i nerazzurri si sono aggiudicati 14 partite casalinghe su 15 contro i giallorossi segnando 43 reti e subendone sei. Il 12 novembre 2000 però i salentini allenati da Alberto Cavasin vincono 1-0 in questo stadio contro la beneamata. Tutti e 66 i gol messi a segno dal Lecce nello scorso campionato di Serie B sono arrivati da giocatori di origine italiana. Previsti 60.000 spettatori.