Razzismo, Anichebe fermato dalla polizia: “Perché sono nero e guido una bella macchina”

Victor Anichebe è stato seguito dalla polizia del Merseyside all’interno dell’ennesimo episodio di razzismo. L’attaccante nigeriano, che in passato ha vestito le maglie di Everton, West Bromwich Albion e Sunderland, è stato poi fermato con una scusa solo perché nero e al volante di un’automobile di lusso: “Molte volte, sono molto più equilibrato, ma a causa di tutto quello che sta succedendo sono solo stanco. Mi hanno seguito per cinque minuti buoni, mi hanno fermato e mi hanno detto che ho guidato su un marciapiede. Ho detto che è una vergogna ed è solo perché sono nero e guido una bella macchina che mi hanno fermato. Continuavano a dire… questa è routine e non dovrei essere arrabbiato. Ma lo siamo, siamo tutti arrabbiati. Siamo stanchi delle cose che stanno succedendo”. Pronta la replica degli agenti, che hanno sottolineato di aver fermato Anichebe per controllare il suo standard di guida così da assicurare la protezione di tutti i soggetti coinvolti.