Giochi del Mediterraneo, calcio: Italia bella e sprecona, oro alla Francia

Giochi del Mediterraneo logo - Foto Federigo Federighi via CC 4.0

È la Francia a vincere la medaglia d’oro nel calcio nell’ambito dei Giochi del Mediterraneo 2022. Italia che quindi viene battuta in finale nonostante una partita in cui avrebbe ampiamente meritato la vittoria, e anche con un risultato molto largo: invece il tabellone dice 0-1 in favore dei transalpini alla fine dei tempi regolamentari.

RISULTATI e CLASSIFICHE

LA PARTITA – Gli Azzurrini si dimostrano subito in palla, mettendo in mostra un pressing asfissiante e ben organizzato, che non permette agli avversari di ragionare. La prima occasione capita sui piedi di D’Andrea al 6′: sinistro velenoso su Zadi arriva con le punta delle dita, nonostante il tocco non venga ravvisato dalla terna arbitrale. Le occasioni fioccano, con un contropiede sventato all’ultimo da un difensore francese su Accornero. L’Italia domina anche il gioco aereo, non riuscendo però mai a trovare lo specchio della porta. Nel finale di primo tempo c’è spazio per l’incursione di Kumi dalla destra: palla sul secondo palo per Guarino, ma Zadi in spaccata riesce di nuovo ad intercettare la sfera. Nel primo tempo, l’unico tentativo della Francia è un tiraccio di Bouanani da fuori area completamente fuori misura.

Il secondo tiro in porta della Francia arriva in avvio di secondo tempo, ma è ancora l’Italia a mantenere il pallino del gioco. Le occasioni più importanti sono una giocata di D’Andrea non capita da Raimondo, che non ha tagliato sul secondo palo, e un tiro violentissimo di Accornero respinto dalla traversa. Al 68′, la beffa: Missori perde palla nel contrasto con Bolumbu Sombo: il tiro del terzino è tutt’altro che irresistibile, ma Mastrantonio non si fida della presa e prova ad allontanare la sfera, buttandola però addosso a Piringuell, che insacca a porta vuota. Dopo qualche minuto necessario per assorbire lo smacco, l’Italia riprende a macinare il gioco. All’81’ c’è la rete annullata ad un frizzante Mancini per chiaro fuorigioco. Poi l’attaccante si rende protagonista con una gran giocata a servire D’Andrea, che centra il secondo legno di serata, e infine ancora Mancini sfiora il palo dalla distanza. Nel recupero, tanto nervosismo e poca lucidità, vince la Francia.