Milan, Pioli: “Potevamo fare meglio, ma Bodo/Glimt forte. Felice per Colombo”

Stefano Pioli - Foto Antonio Fraioli

Le sofferenze fanno parte di queste gare, abbiamo affrontato un avversario che sta bene in campo e che non perdeva da tanto tempo. Siamo stati bravi a non disunirci dopo il loro vantaggio, poi potevamo gestire meglio noi il nostro doppio vantaggio“. Lo ha detto l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, al termine del match vinto per 3-2 contro i norvegesi del Bodo/Glimt, successo che proietta i rossoneri ai playoff di Europa League: “Bisogna avere obiettività, siamo a inizio stagione ed è solo la terza partita ufficiale che giochiamo ogni tre giorni. Tecnicamente potevamo far meglio – commenta il tecnico rossonero ai microfoni di Dazn – poi le energie sono venute un po’ a mancare. Siamo stati bravi a tener duro e a stringere i denti, va dato il merito alla squadra in virtù di un avversario comunque forte“. Due gol e un assist per il mattatore assoluto della serata Hakan Calhanoglu, rinato con Pioli: “Gran parte del merito è suo, è generoso e lavora per la squadra. Difficile pretendere sempre due gol, ma da lui mi aspetto proprio queste prestazioni“.

Sull’esordio da titolare con gol di Lorenzo Colombo, schierato al posto di Zlatan Ibrahimovic: “Abbiamo saputo della positività di Ibra in tarda mattinata, lo abbiamo sostituito con un giocatore diverso. Colombo era molto emozionato e si è visto, è normale e giusto che sia così, parliamo di un ragazzo di diciotto anni che viene chiamato in causa all’ultimo momento. È un ragazzo eccezionale, giovane ma con la testa sulle spalle. Non è così scontato trovare giovani con questi atteggiamenti, sa che deve migliorare e sono contento che abbia subito segnato“, ha concluso il tecnico rossonero.