Euro 2020, il montepremi: quanto guadagnano le squadre e chi vince?

Euro 2020 rappresenterà la rinascita del calcio internazionale dopo la in occasione dell’estate 2020, a causa dell’emergenza Coronavirus dilagante. Il Covid-19 non è stato definitivamente debellato, sebbene vi siano le condizioni per poter disputare la competizione continentale in sicurezza, con la possibilità dunque di vedere all’opera i migliori giocatori d’Europa. L’Italia esordirà contro la Turchia, una compagine ostica da affrontare e avente alcuni talenti particolarmente interessanti e insidiosi, tra i quali spicca Hakan Calhanoglu; grande attesa per le prestazioni di Ciro Immobile, faro del reparto offensivo azzurro.

Il montepremi degli Europei di scena nel 2021 corrisponde complessivamente a 331 milioni di euro totali, vetta economica mai sfiorata dalle precedenti edizioni; durante Francia 2016, infatti, non si era andati oltre i 301 milioni. Ognuna delle partecipanti avrà diritto a 9.5 milioni di euro, con un 1 milione per ogni vittoria nei gironi e 500.00 mila euro per i pareggi. L’Uefa, inoltre, conterà in totale oltre 800 milioni di euro di utile. Di seguito la spartizione del prize money di Euro 2020.

MONTEPREMI EURO 2020 (331 MILIONI DI EURO TOTALI)

Partecipazione – 9.5 milioni di euro

Vittoria nei gironi – 1 milione di euro

Pareggio nei gironi – 500 mila euro

Vittoria agli ottavi di finale – 1.5 milioni di euro

Vittoria ai quarti di finale – 2.5 milioni di euro

Vittoria alle semifinali – 4 milioni di euro

Vittoria in finale – 5 milioni di euro