Juventus-Dinamo Kiev, Chiesa: “A mio padre ruberei il tiro da fenomeno che aveva”

Allianz Stadium - Foto Antonio Fraioli

“Ancora non l’ho sentito. Ci sentiremo dopo, però sono veramente felice oggi anche per questo. L’ho saputo adesso“. Lo ha dichiarato Federico Chiesa al termine di Juventus-Dinamo Kiev, partita nella quale l’ex giocatore viola è andato in gol diventando, insieme al papà Enrico, la prima coppia padre-figlio a segnare in Champions League.  E ancora sulla possibilità di andare a fare il gol ha aggiunto: “Me lo dice anche il mister che per far gol bisogna entrare nell’area di rigore, buttarsi lì e il pallone arriva. Poi attaccare la profondità e puntare l’uomo. Ci sono altre cose in cui devo migliorare molto”. Infine, quando gli è stato chiesto cosa ruberebbe a papà Enrico, ha risposto: “Il tiro. Lui tirava in maniera fantastica di destro e di sinistro con una coordinazione davvero da fenomeno”.