Spagna, duemila morti in meno in un giorno: cambiano i dati del ministero della salute

Nelle ultime ore destano scalpore i numeri della Spagna in merito all’emergenza Coronavirus. Il dato totale delle vittime è infatti calato di quasi 2000 unità (per la precisione 1918 deceduti in meno) rispetto alla giornata di ieri. Il cambiamento è frutto di modifiche nel metodo di raccolta dei dati da parte del ministero della salute e si riferisce ai decessi dell’ultima settimana.

Un calo piuttosto inspiegabile, che porterebbe ad una media di sette morti al giorno per Coronavirus nell’ultima settimana: domenica però ne erano stati annunciati 70 e sabato 48 con un picco di 83 nella giornata di martedì scorso. Anche la stampa spagnola esprime il suo scetticismo e i numeri di Madrid e Barcellona sembrano contrastare con i dati nazionali. La “scomparsa” dei defunti è soprattutto riferita alla Catalogna, oggetto del 59% dei 1918 morti che sono stati di fatto tolti dal conteggio. Il direttore del Center for Health Alerts and Emergencies, Fernando Simón, ha riconosciuto in una conferenza stampa che una variazione di 1.900 morti “è molto” e ha assicurato che stanno “verificando che sia così”.