Tennis, Atp 250 Umago: per Matteo Donati e Stefano Napolitano niente tabellone principale

di - 17 luglio 2017
Stefano Napolitano - Foto Adelchi Fioriti

Non ce la fanno Matteo Donati e Stefano Napolitano ad accedere al tabellone principale dell’Atp 250 di Umago. L’alessandrino (n°296 Atp) è stato sconfitto dall’argentino Marco Trungelliti (n°192), che si è imposto per 6-2 6-4 in un’ora e venticinque minuti; il biellese (n°181) invece ha perso con il serbo Miljan Zekic (n°350), vittorioso per 6-3 7-5 in un’ora e trentadue minuti.

I PRECEDENTI – 2-0 tra Trungelliti e Donati, la cui prima vittoria è stata nel 2014 al Challenger di Milano, la seconda quest’anno al Roland Garros, nell’ultimo turno di qualificazione. Uno solo il precedente tra Napolitano e Zekic, al Challenger di Todi nel 2016, e il serbo si impose in 3 set, 6(6)-7 6-4 6-3.

DONATI-TRUNGELLITI, LA CRONACA – Il primo a servire è l’azzurro, vincendo a 15 il primo game; nel successivo riesce a procurarsi una palla break, ma non la sfrutta. Nel terzo game è Donati a concedere palle break, salvando la prima, ma non la seconda, e Trungelliti sale sul 3-1 tenendo il proprio servizio a 0. Nel settimo game i break di vantaggio diventano due, e l’argentino vince il primo set per 6-2, dopo aver annullato tre palle break, in 31′.

Nel secondo set Donati soffre ancora, e concede quattro chance al suo avversario nel terzo game, due nel quinto ed una nel settimo, ma riesce a salvarsi; al contrario Trungelliti tiene agevolmente i propri turni di battuta. Nel nono game, alla seconda chance, l’argentino riesce a concretizzare, e chiude il secondo parziale per 6-4 al primo match point, in 54′, accedendo così al tabellone principale.

NAPOLITANO-ZEKIC, LA CRONACA – Inizio di match con il serbo al servizio, che tiene a 30. Nel game successivo riesce subito a prendersi il break di vantaggio, con l’azzurro che prima ne concede due consecutive sul 15-40, riuscendo a salvarsi, ma alla terza nulla ha potuto; nel terzo game conferma il vantaggio, salendo 3-0. Inizio difficile per Napolitano, che annulla un’altra palla break prima di vincere il primo game dell’incontro; nel quinto game prende fiducia ed inizia una serie di break e contro-break, che termina con la vittoria del set da parte di Zekic per 6-3, in 40′.

Il secondo set vede un iniziale equilibrio, senza alcuna palla break, sino al quinto game, nel quale Zekic si procura una chance senza però concretizzarla. Nell’undicesimo game il serbo riesce a concretizzare la sua seconda occasione, e va a servire per il match, con Napolitano che prova subito a recuperare portandosi sullo 0-30, ma il serbo recupera e chiude il secondo parziale per 7-5 in 52′.

 

© riproduzione riservata