Volley maschile, Champions League 2017-18: Perugia batte Ankara in tre set

di - 13 marzo 2018
Ivan Zaytsev - Foto Antonio Fraioli

Perugia batte Ankara in tre set e vince un match delicato e importante di Cev Champions League 2017-18 di volley maschile. In terra turca in un palazzetto molto caldo gli umbri riescono invece a dettare legge nel primo e nel secondo set, ma vanno in difficoltà nel terzo soffrendo i turchi e dovendo portarla a casa solo ben oltre il venticinquesimo punto, complice anche la stanchezza e alcune imprecisioni. Finisce dunque 18-25, 22-25, 29-31 una partita che i turchi per fortuna degli umbri hanno approcciato molto male salvo pian piano riuscire a prendere le misure alla Sir Safety, quando però era ormai troppo tardi.

IL RACCONTO DEL MATCH – Nel primo set inizio molto equilibrato, ma dopo il primo time out tecnico gli umbri cominciano a prendere il largo e con un super Zaytsev nel finale, e una piccola dose di fortuna su una murata dei padroni di casa che si infrange contro la rete e torna indietro, si portano addirittura sul 14-21 e poi vincono col punteggio di 18-25 dopo aver sprecato uno solo dei sei match point a disposizione. Nel secondo set invece è Perugia a scappare subito in avvio e a subire solo nel finale il ritorno di Ankara, che comunque rimane sempre sotto ed è costretta ad arrendersi sul 22-25, con annesse alcune polemiche per delle decisioni contestate. Nel terzo set serviva la prova di maturità di Sir Safety per chiudere direttamente sullo 0-3. Le cose non vanno come ci si poteva auspicare, perché stavolta HalkBank conduce praticamente per tutto l’incontro e anche con parziali di +3 su Perugia, che però da grande squadra riesce nel finale a ribaltare tutto e a trascinare il set oltre il venticinquesimo punto. In un finale estenuante, con polemiche per alcune decisioni arbitrali e una serie incredibile di match point sprecati da Perugia, arriva finalmente il 29-31 della liberazione. Vittoria molto importante per i rossi umbri in questi play off a 12 di Cev Champions League 2017-18.

 

© riproduzione riservata