Equitazione: Susanna Bordone campionessa italiana di Concorso completo

Massimo Argenziano: Susanna Bordone, Stefano Brecciaroli, Emanuele Gaudiano, Vittoria Panizzon, Arianna Schivo. © Marta Fusetti: Francesco Zaza

Susanna Bordone è la nuova campionessa italiana assoluta di Concorso completo 2022. Appuntato scelto dei Carabinieri, Susanna Bordone ha vinto in sella al suo Imperial Van de Holtakkers, indossando la medaglia d’oro ai Pratoni del Vivaro (Rocca di Papa). La gara si è svolta nell’ambito del Test Event dei prossimi Campionati del mondo della disciplina, in programma invece a settembre proprio nell’impianto che insiste nel territorio dei Castelli romani. L’atleta lombarda ha vinto una gara davvero impegnativa, che l’ha vista chiudere il dressage con un punteggio negativo di 33,5, prima di mettere a segno una bellissima prova nel cross country, senza errori agli ostacoli e con un piccolo sforamento sul tempo (34,3). Le quattro penalità nell’ultimo test odierno di salto ostacoli, disputatosi nel campo Posillipo del centro dei Pratoni del Vivaro, le hanno poi consegnato la medaglia d’oro del Campionato d’Italia (38,3). Quinto titolo in carriera per l’amazzone del Centro Sportivo dei Carabinieri, dopo quelli del 2004, 2005, 2006 e 2011.

Ecco le sue parole: “Sono molto felice. Avevo montato già Imperial ai Campionati di due anni fa (bronzo nel 2020 ndr), poi l’anno scorso ho saltato l’appuntamento tricolore per dare la precedenza alle Olimpiadi di Tokyo. Questa vittoria è una grande soddisfazione per me e il mio team. Il tracciato di cross country è davvero bellissimo e ha confermato l’ineguagliabile qualità dei terreni dei Pratoni del Vivaro. Se ai prossimi Mondiali di settembre troveremo un percorso ovviamente differente, cavalli e cavalieri hanno avuto già l’opportunità di assaporare alcune delle difficoltà del prossimo appuntamento iridato”. Secondo posto per il Campione uscnte, Sergente maggiore dell’Esercito Italiano, Emiliano Portale, che in sella ad Aracne dell’Esercito Italiano ha chiuso la sua gara con 43,5 punti negativi. Il Sergente maggiore è uscito dalla prova di cross-country con un netto, ma con una penalizzazione per il tempo, ma ha, poi, realizzato un percorso decisivo senza errori e nel tempo nell’ultima prova di salto, portando a 43,5 il totale dei punti negativi.