Fed Cup 2020, Italia a Tallin per conquistare i playoff: il regolamento e come funziona

Camila Giorgi - Foto Ray Giubilo

L’Italia della Fed Cup ritorna in campo ad inizio febbraio. Le azzurre guidate da capitan Tathiana Garbin sono in Estonia e si apprestano a vivere un’intensa settimana di gare per quanto concerne il Gruppo I zona Europa/Africa 2020. Da mercoledì 5 a sabato 8 febbraio il tricolore impegnato contro Estonia, Grecia e Austria in quel di Tallin (si gioca su cemento indoor), con la speranza di potersi giocare l’accesso ai playoff. Tra le convocate ci sono Jasmine Paolini, Camila Giorgi, Martina Trevisan, Elisabetta Cocciaretto e Giulia Gatto-Monticone.

LE DUE POOL – A metà gennaio a Melbourne è stato effettuato il sorteggio delle due Pool riguardanti il Gruppo I zona Europa/Africa. Nella Pool A, formata da 3 squadre, ci sono Ucraina, Croazia e Bulgaria, mentre nella Pool B con l’Italia stanziano Austria, Grecia e Austria. Composizione dei due gironi determinata dalla posizione nel ranking ITF, in cui l’Italia risulta la ventiquattresima forza.

PLAYOFF – Le rispettive squadre di ogni girone si affrontano in incontri caratterizzati da due singolari e un doppio (due set su tre con tie-break). La prima della Pool A andrà a scontrarsi con la seconda della Pool B e viceversa: le due vincenti delle due “sfide decisive” – che si terranno nella giornata di sabato 8 febbraio – staccheranno il pass per i playoff di aprile, valevoli per i preliminari della Fed Cup 2021.

PLAYOUT – Per quanto riguarda invece le ultime due nazioni dei due gironi andrà in scena uno scontro decisivo per non retrocede: chi si aggiudicherà lo spareggio sarà salvo, mentre per la perdente ci sarà la retrocessione.