Pechino 2022, Malagò a Mattarella: “Felici di ritrovarla, gli atleti hanno fatto il tifo per lei”

Sergio Mattarella e Giovanni Malagò Sergio Mattarella e Giovanni Malagò - Foto Antonio Fraioli

“Presidente, ancora una volta ci concede l’onore di essere qui nella casa degli italiani. Ci eravamo lasciati il 23 dicembre in un momento di festa, ma con un affettuoso imbarazzo perché sarebbe stata l’ultima volta qui con lei. Oggi siamo molto felici di dire ‘ben trovato presidente’. Gli atleti e le atlete sono abituati ad avere il tifo, ma in questo caso hanno fatto il tifo per lei. Con queste parole, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha salutato e ringraziato il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, durante la cerimonia di restituzione della bandiera al Quirinale.

Malagò ha poi ricordato che Pechino 2022 è stata la seconda edizione più medagliata di sempre ai Giochi Invernali. Siamo un Paese multidisciplinare, abbiamo vinto in competizioni che non ci avevano mai visto sul podio. Tra Tokyo e Pechino siamo il terzo Paese al mondo ad aver conquistato medaglie in discipline diverse, dietro solo a Stati Uniti e Russia”. Al cospetto del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Malagò ha citato “il meraviglioso oro del curling, che dimostra la forza del nostro sport”. Il numero uno dello sport italiano ha infine ringraziato “le due federazioni protagoniste di Pechino: quella degli sport invernali e quella degli sport del ghiaccio”, puntando già ai Giochi del 2026 che il nostro Paese ospiterà. “A Milano-Cortina avremo gli occhi del mondo addosso, ma saremo pronti”.