Ciclismo, Gran Piemonte 2020: i favoriti della vigilia, al via anche Aru e Nibali

Vincenzo Nibali - Foto Twitter

I favoriti alla vigilia del Gran Piemonte 2020, altro appuntamento italiano di questo grande agosto per il ciclismo internazionale. A pochi giorni dal Giro di Lombardia, alcuni nomi attesi mettono nelle gambe i 187 chilometri attraverso le Langhe con insidioso arrivo a Barolo. Il vincitore avrà l’onore di succedere nell’albo d’oro ad Egan Bernal, che ha trionfato nell’edizione 2019. Andiamo dunque a scoprire quali sono i favoriti dell’edizione 2020.

GRAN PIEMONTE 2020: DATA, ORARI, TV E STREAMING

PERCORSO E ALTIMETRIA

Il corridore più atteso è senza dubbio Mathieu Van der Poel. L’olandese dell’Alpecin-Felix non ha rispettato le attese alla Strade Bianche e alla Sanremo, ma il finale del Gran Piemonte potrebbe adattarsi al meglio alla sua esplosività evitando anche il raffronto con degli sprinter puri. Altro nome internazionale di spicco è quello di George Bennett: lo scalatore neozelandese della Jumbo Visma è reduce da Vuelta a Burgos e Tour de l’Ain dove nonostante compiti da gregario è riuscito a chiudere nelle primissime posizioni della classifica generale. Stavolta è lui il capitano designato e potrebbe riuscire a togliersi una soddisfazione importante.

In casa Italia è notizia dell’ultimo minuto la partecipazione alla corsa di Vincenzo Nibali. Lo Squalo è apparso in discrete condizioni alla Milano-Sanremo, dove solo un gran numero gli avrebbe permesso di seguire Alaphilippe e Van Aert. Forse il siciliano non è tra i favoriti principali, ma potrebbe comunque farsi vedere a pochi giorni dal Lombardia senza dimenticare che avrà in squadra anche Gianluca Brambilla e Giulio Ciccone che scalpita come dimostrato sul Poggio. Non solo Trek-Segafredo, perchè anche l’UAE Emirates ha un trio italiano di tutto rispetto e composto da Fabio Aru, Valerio Conti e Diego Ulissi. Occhi puntati soprattutto sul sardo, che al Tour de l’Ain ha lasciato intravedere qualche incoraggiante segnale di ripresa.

Altri interessanti outsiders potrebbero poi essere Alessandro De Marchi (CCC), Giovanni Visconti (Vini Zabù), Michael Albasini (Mitchelton Scott), Davide Ballerini (Deceuninck Quick Step) e il duo Astana composto da Ion Izagirre e Alex Aranburu, rispettivamente primo e secondo al Gran Trittico Lombardo. Difficile invece che corridori molto veloci come Danny Van Poppel e Kristian Sbaragli possano essere competitivi su un arrivo così esigente.