Sfuriata Conte, con chi ce l’aveva? I tifosi non hanno dubbi: “Ausilio”

Antonio Conte, Inter - Foto Antonio Fraioli

La vittoria dell’Inter a Bergamo con conquista del secondo posto a un solo punto dalla Juventus campione è passata in secondo piano al cospetto della nuova sfuriata di Antonio Conte. Imbeccato ai microfoni di Sky, il tecnico salentino ha voluto togliersi alcuni sassolini dalle scarpe e mai come questa volta ha attaccato duramente la società. In tanti nelle ore successive alle sue dichiarazioni si sono domandati con chi ce l’avesse: difficile pensare al presidente Zhang, visto che il fatto che sia lontano dal centro nevralgico del club è sotto gli occhi di tutti. Improbabile anche che si tratti di Giuseppe Marotta, con il quale Conte condivide idee e progetti e con cui ha un rapporto ormai decennale.

Per i social, l’unico nome plausibile è quello di Piero Ausilio, il direttore sportivo del club nerazzurro. Non è un segreto che tra i due non sia sbocciata la giusta alchimia, in più ci sono state alcune divergenze in sede di mercato, fattori che Conte non ha mai evitato di sottolineare. E proprio a Bergamo, ai microfoni di Dazn, ha spiegato come abbia anche dovuto fare i salti mortali per far sì che la società potesse acquistare Lukaku. Ausilio, tra l’altro, non seguiva da tempo la squadra in trasferta e ha fatto capolino proprio al Gewiss Stadium. Che l’allenatore si riferisca proprio a lui quando parla di “salire sul carro”?