Inter-Cagliari, Maran: “Viviamo un momento particolare e inspiegabile”

“Viviamo un momento particolare e inspiegabile. Dobbiamo avere la consapevolezza che domenica si deve e si può ripartire. Sono convinto che in questi giorni troverò una squadra che avrà fortemente questo desiderio per mettere da parte questo periodo”. Dopo la netta sconfitta per 4-1 in Coppa Italia contro l’Inter, il tecnico del Cagliari Rolando Maran si concentra immediatamente sulla sfida di campionato contro il Brescia in programma domenica prossima al Rigamonti. A San Siro i rossoblù incassano la quinta sconfitta di fila tra Serie A e Coppa Italia in una serata complicata fin dai primi secondi di gioco con il gol lampo di Lukaku: “Dopo pochi secondi è arrivato l’errore per il vantaggio dell’Inter, è stata una cosa incredibile – ha commentato Maran nel post partita ai microfoni Rai – Ha condizionato tutto il primo tempo mentre nel secondo è andata un po’ meglio anche se dobbiamo far meglio. Però partendo da questo secondo tempo dovremo lavorare in settimana per cancellare questo periodo”.

Poi Maran prosegue nell’analisi: “Stiamo subendo questi episodi che in queste giornate ci hanno contraddistinto. Abbiamo spesso regalato delle situazioni e dobbiamo metterci nelle condizioni di rendere più difficile la partita degli altri”. Un Cagliari spaesato e completamente differente da quello che firmò una striscia di tredici risultati utili di fila:Forse alle prime sconfitte il peso del voler far bene ha inciso, ha tolto quella spregiudicatezza che noi dobbiamo avere. Ho cercato di trasmettere questo tra il primo e il secondo tempo e questo dovrà venire fuori in maniera forte. Affrontare le partite in un certo modo ti aiuta ad avere più consapevolezza”. E Maran non vuole sentir parlare di mercato: “In una serata così saremmo pazzi a parlare di mercato. Io devo risolvere i problemi in campo, è la prima necessità e noi da domani lavoreremo per tornare a sorridere”. La chiosa finale: “Abbiamo alcune cose dalle quali ripartire migliorando alcuni aspetti. Ora c’è un momento in cui dobbiamo combattere con grande carattere e sono convinto di vedere questa voglia già da domani”.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.