NBA Playoff 2021: Milwaukee accorcia sul 2-1, Utah va sul 2-0 contro i Clippers

Giannis Antetokounmpo, Milwaukee Bucks 2018-2019 - Foto profilo FB Milwaukee Bucks

E’ una la partita valida i playoff NBA 2021 che si è svolta nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11 giugno. Si parte da gara-2 tra Bucks e Nets, dove le difese hanno messo a nanna i rispettivi attacchi. I padroni di casa vincono 86-83, accorciando la serie sul 2-1, nonostante abbiano sprecato 19 punti di vantaggio all’interno del primo quarto. I conti tuttavia tornano alla fine, quando il canestro del sorpasso di Jrue Holiday conclude un parziale di 6-0. Seguono un errore di Bruce Brown e due liberi di Khris Middleton a 2.1 secondi dalla fine. Kevin Durant ha avuto poi il tiro per pareggiare la partita, ma la sua tripla in condizioni precarie non ha trovato il fondo della retina.

NBA PLAYOFF 2021: IL CALENDARIO COMPLETO DELLE SEMIFINALI

NBA PLAYOFF 2021: IL TABELLONE E GLI ACCOPPIAMENTI

NBA PLAYOFF 2021: I RISULTATI

Holiday ha segnato tuttavia soli 9 punti, la panchina solamente. Bisogna allora ricercare il motivo del successo Milwaukee nei numeri di Middleton e Giannis Antetokounmpo, autori di 68 degli 86 punti totali dei padroni di casa (79% dei punti di squadra, si tratta della percentuale più alta per una coppia nella storia dei playoff). Il primo è esploso segnandone 35 con 15 rimbalzi, frutto di un eccellente 12 su 25 al tiro con 3 su 6 da tre e 8 su 9 ai liberi; il due volte MVP invece ha avuto bisogno di 31 tiri per realizzare 33 punti, a cui ha aggiunto 14 rimbalzi. Polveri bagnatissime anche per i newyorkesi, mai tenuti a così pochi punti durante la stagione: un Durant da 30 punti e un Kyrie Irving da 22 punti hanno provato a tenere in piedi una squadra che ha tirato col 36% dall’arco e 8 su 32 dal campo. Pessima serata per Joe Harris con 1 su 11 al tiro di cui 1 su 7 da tre. Meglio fa un Brown da 16+11 rimbalzi, nonostante gli ultimi due tiri sbagliati.

Molti più punti tra Jazz e Clippers, ma la serie non si riequilibra: anzi, gli uomini di Snyder vincendo 117-111 si sono portati sul 2-0 grazie alle 20 triple messe a segno (nuovo record ai playoff). Gli ospiti sono avanti a sei minuti e mezzo dalla sirena, quando Utah mette a segno un definitivo parziale di 14-2. L’uomo copertina, come gara-1, è ancora Donovan Mitchell: questa volta non sono arrivati 45 punti, ma i padroni di casa sicuramente non hanno disdegnato i 37 punti (6 su 12 dall’arco) messi a segno da Spida. On fire anche Jordan Clarkson con 24 punti e 6 su 9 al tiro pesante.

I Jazz, ancora privi di Mike Conley, si sono fatti rimontare 21 punti di vantaggio nella ripresa, ma sono riusciti a rispondere ogni volta trovando prestazioni sensazionali da parte di Rudy Gobert (13 punti, 20 rimbalzi e 3 stoppate), un monumentale Bojan Bogdanovic in difesa su Kawhi Leonard (e 16 punti con 5 su 8 al tiro in attacco) e soprattutto un fenomenale Joe Ingles, decisivo nel finale con 19 punti e 7 su 10 al tiro. Dall’altra parte Leonard non può di certo essere soddisfatto con 21 punti e 8 su 17 al tiro: la baracca è mantenuta in piedi fino all’ultimo da Reggie Jackson (29 con un ottimo 11 su 19 dal campo) e da Paul George (27 punti, 10 rimbalzi e 6 assist). Poco altro da segnalare per L.A., fatta eccezione di un Rajon Rondo che non ha messo piedi in campo.

Tutti i risultati:

Milwaukee Bucks-Brooklyn Nets 86-83

Utah Jazz-Los Angeles Clippers 117-111