Atletica, Mei: “Il 2022 è l’anno della conferma, c’è un nuovo entusiasmo”

Stefano Mei Stefano Mei - Foto Mezzelani/GMT

Il presidente della Fidal, Stefano Mei, ha parlato all’ultima puntata di Atletica TV in merito all’anno che sta per concludersi. Ecco le sue parole: “L’anno della conferma. Vedo la determinazione che c’era negli anni ’80. E in più un nuovo orgoglio, un nuovo entusiasmo nel vestire la maglia azzurra. Stiamo rinverdendo quei fasti mettendoci qualcosa in più. Jacobs? A chi mi dice che la sua stagione è andata così così, rispondo che ha vinto i Mondiali indoor con il record europeo nei 60 e poi gli Europei nei 100. Nella vita di un atleta ci sono anche gli infortuni e bisogna saper accettare i momenti negativi. Su Tamberi, più che l’oro di Monaco voglio ricordare il quarto posto di Eugene: una gara fantastica. Indimenticabile Elena Vallortigara che riesce finalmente a conquistare una medaglia importante da adulta, senza errori fino a due metri. E Stano che vince l’oro mondiale dopo le Olimpiadi. Ma al di là dei singoli, quello che mi piace è l’abbondanza: più delle medaglie, tutte gradite, abbiamo respirato aria nuova e allargato la base degli atleti di alto livello”.

E ancora: “L’era Covid ha riportato l’atletica al centro e ne ha fatto riscoprire la valenza sociale. Poi con l’esempio dei nostri campioni abbiamo dato un motivo in più per continuare a praticarla. Di Piemonte 2022 restano gli attestati di stima ricevuti dalle federazioni di tutta Europa e dalla European Athletics. Era quello che ci eravamo prefissi. In un percorso che ci porterà agli Europei di Roma tra poco più di 500 giorni, era un bel banco di prova, anche se si trattava di un campionato molto diverso. Ma abbiamo dato dimostrazione che in Italia le cose si fanno bene”.

Per finire: “Colloquio con Coe? Abbiamo parlato anche del futuro e dell’eventualità che Roma possa candidarsi per i Mondiali 2027, a quarant’anni dall’edizione del 1987. European Athletics a Roma? Riporto i complimenti del presidente Karamarinov. Stiamo rispettando tutti i tempi per gli Europei e in concomitanza con la sospensione del campionato di calcio per i Mondiali in Qatar sono cominciati i lavori di rifacimento della pista dell’Olimpico, con interventi che interesseranno anche i Marmi e la Farnesina. Sindaco di Genova? A breve potremmo avere la conferma di un progetto per un palaindoor che riporti l’attività al coperto in una città che ne è stata la culla”.