Tennis, Roland Garros 2017: Fognini supera il primo turno, Tiafoe battuto in cinque set

Fabio Fognini - Foto Adelchi Fioriti

È un Fabio Fognini a corrente alternata, quello che nel primo turno del Roland Garros si fa recuperare due set di vantaggio, e infine chiude con un bagel, superando Francis Tiafoe per 6-4 6-3 3-6 1-6 6-0. Al prossimo turno per il ligure ci sarà il derby azzurro con Andreas Seppi.

Nella seconda giornata di incontri al Roland Garros, hanno concluso il programma nel campo 16 l’italiano e testa di serie n°28 Fabio Fognini (30 anni, n°29 Atp) e il giovane Francis Tiafoe (19 anni, n°68 Atp), unico giocatore ancora “teenager” al momento tra i primi 100 del ranking mondiale.

Nel primo set l’andamento dell’incontro segue comodamente i servizi, senza che nessuno riesca a prevalere fino al decimo game, quando Fabio si procura due palle-break preziosissime. Tiafoe annulla la prima, ma nel punto seguente sottovaluta le doti atletiche del ligure, che arriva comodamente su una palla corta tutt’altro che perfetta e chiude 6-4 un primo set dove al servizio non ha concesso praticamente nulla.

Nel secondo parziale il break per il “neo-papà” arriva già nel secondo gioco, grazie a un’ottima risposta di rovescio sulla seconda di Tiafoe, che l’americano non riesce a controllare. Il giovane Yankee tradisce qualche segno di nervosismo, anche dato dal fatto che nel terzo game ha altre due palle-break, ma Fognini è concentrato e le annulla entrambe. Il break iniziale fa tutta la differenza, anche perché il ligure oggi in battuta ha percentuali altissime (88% con la prima e 66% di prime in campo nel secondo set). Chiudere 6-3 il secondo parziale è poco più che una formalità a questo punto.

Anche il terzo set inizia come il secondo: nel primo game un paio di accelerazioni fulminee di Fognini lasciano il 19enne di Hyattsville impietrito a fondo campo ed è subito break per il trentenne di Arma di Taggia, oggi particolarmente ispirato anche in battuta. I colpi di Tiafoe, al contrario, pur essendo potenti spesso trascendono le linee del campo e i gratuiti si sprecano.

Fognini ormai è con un piede e mezzo nel secondo turno, ma proprio quando tutto sembra ormai scritto arriva la reazione dell’americano, che nel giro di pochi game strappa due volte il servizio al ligure, vittima come di consueto di un piccolo passaggio a vuoto. Va riconosciuto al 19enne, che nel terzo set ha vinto il 57% dei punti in risposta, di essersi ampiamente meritato il set.

Nel quarto set Tiafoe spinge da fondo e dall’altro lato le accelerazioni di Fabio trovano sempre meno campo, è 4-1 per l’americano in pochi minuti. La testa del ligure a questo punto sembra già al quinto set e finisce 6-1 Tiafoe in una manciata di minuti.

Si arriva dunque al parziale decisivo con Tiafoe che stecca un dritto sul 30-40 nel primo game e manda subito avanti Fognini. Sotto il cielo di Parigi, che lascia cadere qualche lacrima di pioggia, l’italiano riprende le redini del gioco e piazza un parziale di 5 giochi di fila, piazzando il bagel nel set decisivo.

Fognini supera dunque Tiafoe in cinque set, per 6-4 6-3 3-6 1-6 6-0 e al prossimo turno troverà Andreas Seppi nel derby tra i due tennisti italiani in attività ad aver vinto più titoli in carriera.