Tennis, Baldi torna a Roma da coach Aldi: “Ho passato un periodo difficile, ora ho tanta voglia di lavorare”

Francesco Aldi e Filippo Baldi - Foto Sportface Francesco Aldi e Filippo Baldi - Foto Sportface

“Si torna sempre dove si è stati bene”. Filippo Baldi fa ritorno a Roma per ricominciare il percorso interrotto un anno fa con coach Francesco Aldi. Terminata a settembre l’avventura a Palermo sotto la guida di Francesco Cinà, il milanese classe ’96 ha scelto nuovamente la capitale: si allenerà al Play Pisana con l’ex numero 111 del mondo.

Quando ho lasciato Palermo – spiega Baldi in esclusiva a Sportface.itpensando ai 3 anni passati con Aldi e al rapporto speciale che abbiamo mantenuto nonostante la separazione, è venuto naturale valutare il ritorno. Ci siamo incontrati, abbiamo parlato tanto e chiarito quello che non aveva funzionato la stagione scorsa: sono molto contento di poter tornare a lavorare con lui”.

Attuale numero 237 ATP, Baldi è alla ricerca della continuità perduta. Entrato a luglio 2019 tra i primi 150 giocatori del mondo, ha poi faticato ad esprimersi ad altissimi livelli: “Abbiamo entrambi tanto entusiasmo, non voglio fissare obiettivi precisi perché sono consapevole di dover lavorare sodo come abbiamo fatto insieme in passato”.

A Roma Filippo ha vissuto le emozioni più forti della sua carriera: sui campi del Foro Italico nel 2018 superò le qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia vincendo due battaglie interminabili contro Marton Fucsovics e Guillermo Garcia-Lopez (per poi cedere in 3 set a Nikoloz Basilashvili), mentre l’anno successivo si impose su Martin Klizan con un netto 6-3 6-1 che mandò in visibilio il pubblico del Campo Pietrangeli.


Roma è una delle mie città preferite nel mondo – ricorda –. Qui ho vissuto momenti fantastici, ogni volta che torno mi emoziono. Mi fa veramente tanto piacere avere la possibilità di tornare a vivere a Roma”.

I suoi compagni di allenamento saranno Roberto Marcora e Alessandro Bega, che con lui hanno vinto il titolo di Serie A1 del 2019 con la maglia dello Sporting Club Selva Alta Vigevano: “Sono contentissimo di poter condividere questa esperienza con loro. Abbiamo un rapporto straordinario, sarà sicuramente un fattore in più per rendere meglio. E poi ci sarà anche Giuseppe Fischetti, mio grande amico, che da anni lavora al fianco di ‘Aldino’: speriamo di crescere bene tutti insieme”.

Ma non è il momento di parlare di obiettivi: “Ho passato un periodo molto, molto difficile. Adesso ho solo voglia di lavorare e di tirare fuori il 110% di me stesso. Personalmente ho vissuto un anno molto complicato che mi sto mettendo alle spalle. Nel 2021 voglio rivedere il Filo Baldi che conosciamo solo io, Francesco Aldi e pochissime altre persone”.

L’autore: /

Giornalista pubblicista romano classe ‘95, è laureato in Scienze della Comunicazione e sviluppa in campo e alla tastiera le sue passioni per tennis e calcio più o meno da quando è nato. Profondo estimatore di David Ferrer, del sushi e di Cesare Cremonini, riassume le proprie intuizioni (si fa per dire) su Twitter e consuma le restanti energie svolgendo il ruolo di caporedattore di OkCalciomercato.it. “Ma qualcuno deve pur farlo…”