Test F1 Barcellona: Vettel chiude da leader e il passo gara è confortante. Ahi Mercedes…

Entrata nella pit-lane, macchina ai box e tanti saluti a Barcellona. Si è concluso il precampionato di Sebastian Vettel che nella penultima giornata di test ha stampato il miglior tempo di sessione registrando ottimi dati anche sul passo gara. Un dolce tramonto sul box della Ferrari con il tedesco che domani lascerà la SF1000 a Charles Leclerc, una monoposto che oggi ha mostrato “qualcosina”. Già perché se il primato in classifica tempi in 1:16.841 con gomma soft C5 conta poco, il long run mostrato nel pomeriggio è piuttosto confortante.

In una simulazione gara atipica con oltre 60 giri su gomma dura, il tedesco è riuscito a portare la Rossa al traguardo sull’1:22 costante: nessuno come lui con questa mescola, nemmeno una Mercedes che ora si pone qualche dubbio sull’affidabilità. Dopo una mattinata di ordinaria amministrazione con Valtteri Bottas in pista per oltre 40 giri, è Lewis Hamilton a essere appiedato dalla W11. Dopo 14 giri nel pomeriggio il britannico è stato costretto a parcheggiare la monoposto a bordo pista per un problema al motore (il quarto per i motorizzati Mercedes in cinque giornate di test). Un piccolo campanello d’allarme che preoccupa il team campione del mondo a poche settimane dal via del Gran Premio d’Australia.

E con la Mercedes out per tutto il pomeriggio, sono Alpha Tauri e Racing Point a conquistare la scena piazzando Pierre Gasly e Lance Stroll a meno di tre decimi dal fastest lap di Vettel (giro nel quale Seb non ha spinto con la massima velocità registrando 6 km/h in meno sulla concorrenza nella top speed). Una cartolina differente rispetto alla prima settimana di test con la Rossa sommersa da dubbi e perplessità e con una Mercedes che tra innovazione DAS e giri veloci già aveva posto una pietra tombale sulle ambizioni della concorrenza. Ma come in un precampionato, i risultati e i pronostici della vigilia contano poco: parola alla pista nel day-6 di domani con la SF1000 nelle mani di Leclerc un’ultima volta prima di Melbourne. Manca poco.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.