Sfogo Cesarini e Rodini, Malagò: “Scarsa visibilità dopo oro a Tokyo? E’ vero, hanno ragione”

Tokyo 2020, Giovanni Malagò - Foto Mezzelani / GMT

Federica Cesarini e Valentina Rodini si sono sfogate nelle scorse ore per la scarsa visibilità nei loro confronti dopo la vittoria alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nel doppio pesi leggeri del canottaggio e il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha dato loro ragione in un intervento a Firenze: “E’ così: già ho parlato loro, spero e penso di aver trovato una soluzione per le loro istanze. Comunque si sono meritate un riconoscimento economico da parte del Coni che, nei limiti di quel che possiamo fare, quest’anno è cresciuto del 30%: una borsa di studio che vale per i prossimi quattro anni. Il problema, lo dico con grande onestà è di visibilità di quello sport. Non possiamo gioire dell’oro nel doppio pesi leggeri, il primo della storia nel settore femminile, e poi non fare qualcosa di diverso. Io ho sottoposto delle soluzioni, però hanno fatto bene a sollevare il problema”.