Pagelle Italia-Polonia 1-1: Nations League 2018-19

Roberto Mancini - fotomenis.it

Allo stadio Dall’Ara di Bologna sono scesi in campo gli Azzurri contro la Polonia nel match valido per la prima giornata della fase a gironi della UEFA Nations League che termina in pareggio (1-1). Alla rete di Zielinski risponde Jorginho dagli undici metri nella rispresa. Una nuova Italia quella guidata da Roberto Mancini che ha visto l’esordio con la maglia della Nazionale di Cristiano Biraghi, autore di una buona gara, senza dubbio tra i più positivi.

ITALIA (4-3-3)

Donnarumma 6.5
Riversa in campo una gara attenta e senza sbavature, autore di due incredibili parate. Non ha colpa sulla rete di Zielinski.

Zappacosta 5.5
Impreciso e poco lucido, soprattutto nella prima frazione di gara. Nella ripresa acquista maggiore consapevolezza.

Bonucci 6.5
Qualche difficoltà nel contenere le ripartenze di Lewandowski e compagni nei primi quarantacinque minuti di gioco. Gara più che sufficiente nel complesso grazie alla partita intelligente e di precisione messa in campo nel secondo tempo.

Chiellini 6
Non nella migliore giornata ma riesce comunque ad effettuare degli interventi fondamentali in fase di chiusura.Troppo ingenuo in occasione del fallo da ammonizione dopo soli otto minuti di gioco. Compie con personalità e tenacia entrambe le fasi.

Biraghi 6
Una buona prova quella del difensore viola. Personalità e concentrazione, meglio nel secondo tempo quando si rende utile anche nella costruzione della manovra d’attacco e fa avanzare la squadra.

Gagliardini 6
Dopo un primo tempo opaco, nella ripresa partecipa maggiormente alla fase offensiva su richiesta del Mister e la sua prestazione migliora nettamente.

Jorginho 6
Ha sulle spalle l’errore cruciale in fase di disimpegno che causa il vantaggio della Polonia: l’ex Napoli perde una palla in maniera banale. Irriconoscibile. Nel secondo tempo si fa perdonare grazie al gol messo a segno su calcio di rigore. Non in grandissima forma fisica.

Pellegrini 5
Il centrocampo dell’Italia fa acqua da tutte le parti, soprattutto nella prima frazione di gioco. Il giallorosso, dopo qualche giocata intelligente nel primo tempo, ha problemi a far ripartire l’Italia e a rendersi pericoloso. Prevedibile. (45′ Bonaventura 6 Dona carica agonistica e imprevedibilità. Contribuisce alla svolta del match insieme agli altri due subentrati)

Bernardeschi 6
E’ senza dubbio il più propositivo ed il primo ad entrare in partita. La prima vera opportunità dell’Italia è proprio del numero venti. Qualche errore di troppo nei minuti finali del primo tempo. Reattivo ‘fino alla fine’ il bianconero.

Balotelli 5
Viene richiamato da Mancini per tutta la durata del primo tempo, invitandolo a rientrare e a compiere i giusti movimenti. L’attacante del Nizza appare in grande difficoltà e con pochissime idee. Fuori forma fisica. (61′ Belotti 6.5 La sue entrata in campo ha un ottimo impatto sul match. Protagonista di un grande anticipo in fase difensiva, ci mette un gran voglia. Non molla, intraprendente).

Insigne 5.5
Fatica a trovare gli spazi necessari per costruire una manovra offensiva pericolosa con i compagni di reparto. Ci prova in diverse occasioni ma senza rendersi mai seriamente pericoloso. (71′ Chiesa 7 entra e sfiora la rete del pareggio con un tiro della distanza. Dopo pochissimi minuti si guadagna il fallo di rigore che ristabilisce la parità di risultato. Determinante).