Malagò: “Tavecchio dimesso? Non ci voleva scienziato. Mercoledì Figc commissariata”

di - 20 novembre 2017
Giovanni Malagò - Foto Ferdinando Mezzelani

Tavecchio dimesso? Non avevo buoni informatori, i fatti sono chiari e sono oggettivi. Se c’era un consiglio unito si potevano prendere altre decisioni, ma in un contesto del genere con scricchiolii vari non ci voleva uno scienziato per capirlo”. Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò a margine della prima giornata degli Stati Generali dello Sport italiano in corso di svolgimento al Salone d’Onore del Coni

Mercoledì convocata una giunta straordinaria: “Da statuto si deve procedere ad un commissariamento, si deciderà mercoledì stesso, non facciamoci dell’altro male. Se farei il commissario? Ne voglio parlare con gli amici della giunta perché non è una scelta che dipende da me ma dal Coni. Personalmente penso che sia una persona con un’agend amolto complicata e con un Olimpiade in arrivo tra novanta giorni con un fuso orario diverso. Penso che sia buon senso trovare un’altra soluzione, ma ne devo parlare con la giunta. Tramite un commissariamento potremo provare risolvere alcuni problemi che sono sopesi, sto comunque facendo discorsi tutti da approfondire. Un nome? Troppo presto ancora“.

© riproduzione riservata