Italia, Tardelli: “Barella è l’azzurro più forte, ma anche Zaniolo e Raspadori cresceranno”

Nicolò Barella, Inter - Foto Antonio Fraioli

A mio giudizio, Barella è il giocatore più forte in questo momento, il più importante della Nazionale. Poi cresceranno Zaniolo, Pellegrini e Raspadori, quando sarà il momento. Credo ce ne siano abbastanza. Io amo la mia Nazionale, storicamente, ma adoro anche tutte le altre, perché la Nazionale è solo da apprezzare. Anche quella del ’70 mi ha emozionato molto”. Queste sono le impressioni di Marco Tardelli, illustrate nel contesto dell’inaugurazione dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna di ‘Azzurra: la grande storia della Nazionale’. Uno dei calciatori più rappresentativi della storia della Nazionale italiana ha offerto sui giudizi sulla selezione azzurra presente, con uno sguardo al futuro. Tardelli ha esaltato il talento di Nicolò Barella, colonna del centrocampo dell’Inter e fedelissimo di Roberto Mancini, fondamentale anche a Euro 2020. In seguito, l’ex giocatore italiano ha espresso un parere sulle migliori Nazionali di sempre.