Howard Webb ci prova: “Gli ex calciatori diventino arbitri”

Howard Webb (Foto Ronnie Macdonald, CC BY 2.0)

Da sempre viste come carriere parallele, il destino di calciatori e arbitri potrebbe presto incrociarsi. Howard Webb, responsabile del settore arbitrale della Premier League, ha aperto alla possibilità di allargare il mondo del fischietto anche a quei giocatori che hanno appeso gli scarpini al chiodo: “Dobbiamo guardare a come possiamo attirare gente e abbiamo sempre faticato a coinvolgere ex giocatori”, ha spiegato Webb, “sono sicuro che ci sarà qualcuno che vorrà essere un apripista. Qualcuno che abbia giocato nella Football League (le serie minori inglesi dalla Championship, la serie B, in giù, ndr), perché chi ha fatto parte di club di vertice magari ha altre opportunità”. Può diventare un ottimo arbitro chi “ha avuto un’onesta carriera, con una buona conoscenza del calcio, magari va per la trentina ed è reduce da un infortunio o da altre situazioni che non gli consentono più di giocare con regolarità”. E c’è l’appello: “Siamo pronti ad accoglierli a braccia aperte con le abilità maturate in carriera, a patto che possiedano le altre qualità necessarie per arbitrare con successo”, ha assicurato Webb.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio