Basket, Europei 2017: la Slovenia vince la finale ed entra nella storia

Goran Dragic - Foto Ailura CC BY-SA 3.0

Alla Sinam Erdem Arena di Istanbul va in scena la finalissima di Eurobasket 2017 che vede fronteggiarsi Slovenia e Serbia. Gli sloveni, vera sorpresa dell’Europeo, sono arrivati in finale battendo la Spagna grazie ad una grande prestazione collettiva oltre ad essere stati trascinati dalle due stelle Dragic e Doncic. La Serbia invece non è nuova a questi livelli, anche se alla vigilia non era tra le principali favorite alla vittoria ed è volata in finale grazie ad uno straordinario Bodganovic ed allo strapotere fisico dei suoi lunghi con Marjanovic sugli scudi.

LA CRONACA Si percepisce la tensione per l’importanza della partita e infatti in avvio le due squadre partono col freno a mano tirato affidandosi soprattutto ai comprimari. Col passare dei minuti però entrano nel match le stelle: Dragic e Doncic cominciano a sfruttare meglio i pick and roll ed i mismatch, Bogdanovic illumina dal post e Marjanovic domina nel pitturato. Il primo quarto termina 20-22 per la Serbia ma la Slovenia è viva più che mai.

Il secondo quarto si apre con un mini-parziale sloveno firmato Randolph, a cui risponde Bogdanovic dopo il puntuale timeout di Djordjevic, con una tripla da campione. E’ il preludio ad un fase caldissima in cui le due squadre alzano il ritmo e che non può far altro che concludersi con la prima vera fuga della Slovenia, che grazie ad uno scatenato Dragic (26 punti all’intervallo lungo) si prende la doppia cifra di vantaggio volando sul  più undici. Da segnalare anche l’ottimo apporto di Prepelic che, tirando col 60% da tre, realizza 12 punti nel solo primo tempo. Si va all’intervallo sul 56-47 per gli uomini di Kokosnov.

LA RIPRESA – Nella ripresa la Slovenia continua ad imporre il proprio ritmo infernale, la Serbia dal canto suo risponde aumentando ancor di più l’aggressività: ne fa le spese Doncic che è costretto ad uscire per infortunio a causa di una brutta storta. E’ il momento di maggiore difficoltà della Slovenia che sembra aver risentito mentalmente dell’uscita dal campo della sua stella. La Serbia ne approfitta riportandosi sotto di due, dopo un bel layup di Stimac e grazie ai punti di Bogdanovic. Si va così all’ultimo quarto con la Slovenia avanti 71-67.

Nell’ultimo quarto la Serbia sembra più fresca e reattiva riescendo a muovere meglio il pallone e trovando punti preziosi con Macvan e Lucic. Arriva per la prima volta il sorpasso dal lontano primo quarto (78-77), mentre la Slovenia sembra alla corde con un Dragic sfinito. E’ il momento di massima tensione del match e ancora una volta la Serbia ne esce sconfitta: negli ultimi due minuti Prepelic sale in cattedra mentre Randolph e Vidmar stampano due stoppate decisive. La Slovenia si laurea meritatamente campione d’Europa, per la prima volta nella sua storia sconfiggendo una Serbia mai doma con il punteggio di 93-85Dragic è l’Mvp della finale grazie ad una prestazione da 35 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

SLOVENIA: Dragic 35, Prepelic 21, Randolph 11 Rimbalzi: Dragic 7 Assist: Dragic 3

SERBIA: Bogdanovic 22, Macvna 18, Lucic 9 Rimbalzi: Lucic 8 Assist: Bogdanovic 5