Nuoto di fondo, Mondiali Budapest 2017: Arianna Bridi conquista il bronzo nella 10 km

di - 16 luglio 2017
Arianna Bridi - Foto Profilo ufficiale Facebook

Arianna Bridi conquista il bronzo nella 10 km femminile di nuoto di fondo ai Mondiali di Budapest 2017. L’azzurra riesce a precedere al tocco della piastra la brasiliana Cunha e conquista una medaglia nelle acque libere dopo l’argento di Mario Sanzullo nella 5 km maschili di sabato 15 luglio. Terzo posto assegnato grazie al fotofinish che ha tenuto con il fiato sospeso tutti gli appassionati per 5 minuti.

La gara è stata vinta dalla francese Aurelie Muller, squalificata a Rio 2016 per il contatto con la nostra Rachele Bruni nel finale della gara, con l’atleta dell’Ecuador, Arevalo, che nell’ultimo tratto riesce a superare il trio formato dalle due azzurre e dalle brasiliane e a beffarle conquistando l’argento.

Rachele Bruni si deve accontentare del 5° posto non riuscendo ad imporsi nella lotta gomito a gomito con le altre due contendenti per il podio.

La gara parte in sordina con le atlete che si studiano nella prima parte ma con la francese Muller che inizia a spingere e prova a dare il primo strappo di giornata. A tenere il suo ritmo la campionessa olimpica Sharon Van Rounwendaal e la britannica Danielle Huskisson con la seconda che si stacca prima di metà gara mentre la seconda entra in difficoltà nell’ultimo giro di 2,5 km chiudendo poi al 17° posto ed essendo di sicuro la più delusa di giornata.

Nella parte centrale della gara le due azzurre si trovavano entrambe sul podio con la Bridi che teneva in ritmo della Muller ed è stata anche in prima posizione quando la francese si è fermata per il rifornimento. Il ritmo della transalpina è stato troppo alto e le due italiane sono state riprese dalla Cunha che ha superato la Bruni e poi alla virata è riuscita a beffare la Bridi che però non ha perso il suo ritmo e ha chiuso davanti alla brasiliana. Seconda a sorpresa la Arevalo per l’Ecuador che ha sorpreso tutte le altre contendenti del podio.

RIVIVI IL LIVE DELLA GARA SU SPORTFACE.IT

© riproduzione riservata