Nazionale e club, il doppio incarico scalda il cuore di Mou? Tanti nomi illustri nella storia

Rinus Michels, ma anche Guus Hiddink, Fatih Terim e Dick Advocaat. Un doppio incarico – Ct e allenatore di club – nel calcio è possibile e lo dimostrano i nomi illustri, anche se col passare degli anni è diventato sempre più raro. Anche per questo più di un tifoso della Roma oggi non vede di buon occhio le indiscrezioni legate al pressing della Nazionale portoghese per Josè Mourinho, sotto contratto con i giallorossi fino al 2024. Per i media lusitani la Federazione avrebbe messo nel mirino lo Special One per la panchina che fu di Fernando Santos e il tecnico potrebbe entrare nella speciale lista di allenatori con una doppia panchina. “Nessuno mi ha insegnato quanto Michels”, disse Cruijff che fu allenato dal tecnico di Amsterdam sia al Barcellona che in Oranje, e nel 1974 contemporaneamente su entrambe le panchine. L’esperimento per gli olandesi divenne quasi un’abitudine. Nel 2009 Guus Hiddink si alternò tra Chelsea e Nazionale russa, mentre Dick Advocaat nel 2010 guidò Belgio e Az Alkmaar. Pochi anni dopo, nel 2013, una leggenda del calcio turco come Fatih Terim allenò Turchia e Galatasaray. La panchina del Cska Mosca di Leonid Slutsky invece non frenò la Nazionale russa nel tentativo di affidargli il post Capello nel 2015.  Tra i nomi anche Miguel Herrera (Club America e Messico), Stuart Pearce (Inghilterra U21, Manchester City) e persino Sir Alex Ferguson (Aberdeen e Scozia nel 1986). Mourinho, insomma, sarebbe in buona compagnia nella storia.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio