Italia-Germania 4-3, il ricordo di De Sisti: “Noi figli della guerra, abituati ai sacrifici”

Italia-Germania 4-3 compie 50 anni. Metà secolo per ‘La Partita del Secolo’. Ai microfoni de ‘Gli Eroi del Calcio’, è intervenuto Giancarlo “Picchio” De Sisti, uno che quella partita l’ha giocata da titolare: “Eravamo i figli di una generazione che aveva fatto la guerra e noi stessi eravamo nati tra il ’38 e il ’44, quindi non in una situazione di benessere. Eravamo abituati al senso del sacrificio, al lavoro e al sudore. Avevamo la capacità di stringere i denti, valori che arrivavano appunto dai nostri genitori. Mio padre, come tanti altri, era stato prelevato per essere portato nei campi di concentramento e solo grazie ad uno stratagemma riuscì a salvarsi, ma tornò a casa dopo quasi un anno…”.  Poi ancora: “L’abbiamo vinta sorridendo – ha rivelato l’ex Roma e Fiorentina – non dominando, soffrendo tanto e grazie alla volontà e alla personalità della squadra e una dose di fortuna. Tutte componenti queste che ci hanno portato alla vittoria. Abbiamo vinto perché siamo stati più bravi”. 

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio