Volley, VNL maschile 2022: immediato riscatto Italia, Slovenia battuta 3-0

Galassi Gianluca Galassi, Nazionale maschile di volley - Foto Volleyball World

L’Italia stende la Slovenia 3-0 (25-19, 25-16, 25-21) nel match valevole per la Pool di Quezon City, nelle Filippine, della Week 2 della Volley Nations League (VNL) maschile 2022. Pronto riscatto degli azzurri, che dopo la sconfitta patita al tie-break contro il Giappone, travolgono la formazione slovena in tre rapidi set. Partita senza storia, con Mozic e compagni che si galvanizzano solo nel terzo set ma non riescono a completare la rimonta e tenere aperto il match contro un’Italia lucida e precisa. Grandi prestazioni per Alessandro Michieletto e Daniele Lavia (rispettivamente 16 e 14 punti), mentre agli sloveni non bastano i 12 punti di Ziga Stern e gli 11 dell’opposto di Verona Mozic. Di seguito, la cronaca della partita.

RIVIVI IL LIVE DELLA PARTITA

GLI HIGHLIGHTS DI ITALIA-SLOVENIA 3-0 (VIDEO)

LE PAROLE DEL TECNICO AZZURRO GIOLITO

VNL MASCHILE 2022, IL CALENDARIO DELL’ITALIA: DATE, ORARI E TV

IL CALENDARIO COMPLETO: DATE, ORARI E TV DI TUTTE LE PARTITE

VNL 2022: TUTTI I LIVE MASCHILI E FEMMINILI

TUTTI I RISULTATI E LA CLASSIFICA

VNL 2022: FORMULA E REGOLAMENTO

LA PARTITA

Gli azzurri scendono in campo determinati e solo un errore al servizio di capitan Giannelli permette agli sloveni di sbloccarsi (3-1). L’Italia però trova subito ritmo (7-2) e allunga, trovando anche punti diretti al servizio (10-3). La Slovenia prova a reagire (15-9), ma gli azzurri non si fanno sorprendere (17-9) e controllano il vantaggio fino al 25-19 che chiude la prima frazione. Il copione si ripete nel secondo set: l’Italia allunga subito con l’ace di Michieletto (3-1) e scappa via (7-3); la Slovenia prova a rimanere in scia (8-5) ma perde contatto (12-7) e gli azzurri volano (17-9) verso il 25-16 che chiude la frazione. Il terzo set inizia all’insegna dell’equilibrio (3-3), ma qualche imprecisione degli sloveni favorisce l’Italia (12-9), che incrementa il vantaggio (15-11). Gli azzurri gestiscono nel finale (21-15) e sono bravi a difendersi dal tentativo di rimonta avversario (23-20), chiudendo set (25-21) e match.