Coppa Italia 2022/2023, Spezia a valanga sul Como: finisce 5-1 con doppietta di Nzola

Esordio vincente per lo Spezia nella Coppa Italia 2022/2023: gli uomini di mister Gotti sul terreno di casa superano 5-1 il Como e conquistano un posto nei sedicesimi di finale, dove sfideranno il Brescia. Doppietta per un ritrovato Nzola, ma va a segno anche uno dei protagonisti della scorsa stagione, Daniele Verde. Grande impatto dalla panchina per Reca, che nella ripresa firma due assist per Strelec e Maldini. I comaschi a segno con Blanco.

IL TABELLINO

RISULTATI E TABELLONE

CALENDARIO TRENTADUESIMI

ACCOPPIAMENTI SEDICESIMI

LA PARTITA – Primo tempo per larghi tratti giocato a ritmi piuttosto blandi, con la squadra di Gotti che prova a tenere il pallino del gioco ma senza creare clamorose occasioni da rete. Ci prova un paio di volte Daniele Verde con il suo sinistro, ma in una di queste occasioni è bravo l’estremo difensore Ghidotti a rifugiarsi in corner. La svolta arriva nei minuti finali della frazione, quando Nzola riesce a liberarsi della marcatura avversaria con un mix di esperienza e astuzia, e poi con un delizioso scavetto supera il portiere, siglando il gol del vantaggio.

I padroni di casa partono con il piede giusto anche nel secondo parziale, ma Verde si ferma a pochi centrimetri dal raddoppio e pochi istanti dopo il Como punisce i liguri. Galoppata di Parigini sulla destra, palla bassa in mezzo per Blanco che infila un Zoet tutt’altro che perfetto nel suo intervento a difesa della porta. Arriva immediata però la reazione dello Spezia, che si procura un rigore che Verde non fallisce.

Al 70′ il gol della sicurezza porta la firma di due neo entrati: Reca si isola sulla sinistra, punta il difensore e mette una bella palla al centro che Strelec deve solo toccare in rete. Sempre il calciatore slovacco pochi minuti più tardi si procura un altro rigore, che permette a Nzola di firmare la sua doppietta personale. Il gol del definitivo 5-1 è una fotocopia del terzo, con Reca che crea scompiglio sull’out di sinistra e Daniel Maldini che insacca da pochi metri.