Volley, Superlega 2020/2021: Milano vince al tie-break il recupero con Modena

Allianz Milano, Superlega 2019/2020 - Foto Elena Finotto

L’Allianz Milano sconfigge al tie-break (20-25, 30-28, 25-18, 21-25, 20-18) la Leo Shoes Modena nel recupero della quarta giornata di ritorno della SuperLega 2020/2021. Partita estremamente equilibrata, con Modena che rimpiange di non aver chiuso il secondo set, vinto in rimonta da Milano. La squadra di coach Piazza ha infatti preso confidenza e, dopo aver ceduto il quarto parziale ai Canarini, è stata più audace e lucida al tie-break. I meneghini guadagnano quindi due punti, mentre la formazione di Andrea Giani si consola portandosi a casa un punto. Di seguito la cronaca del match.

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

LA CLASSIFICA DELLA SUPERLEGA 2020/2021

LA CRONACA DEL RECUPERO CIVITANOVA-MONZA

CRONACA – Avvio di match equilibrato (7-7), con Modena che trova un piccolo vantaggio (10-12) ma Milano resta in scia (15-16). I Canarini riescono ad incrementare nel finale (19-22) e allungano fino al punteggio di 20-25 che chiude il primo set. Gli uomini di Andrea Giani iniziano alla grande il secondo parziale (5-11) e tiene a distanza i meneghini (9-15). La squadra di coach Piazza però non si arrende, rosicchia punti e pareggia i conti sul 19-19. Botta e risposta tra le due squadre che prosegue ai vantaggi, con Milano che alla seconda occasione si prende il set per 30-28.

Sulle ali dell’entusiasmo i meneghini dettano il ritmo nella terza frazione (15-10) e tengono a debita distanza gli uomini di Giani (19-14). Modena non riesce a trovare le misure e Milano domina il set fino al conclusivo 25-18. La lotta punto a punto torna nel quarto parziale (7-7), con i Canarini che guadagnano un piccolo margine (8-11) e sono abili a mantenerlo (15-19) fino al punteggio di 21-25, che rimanda tutto al tie-break.

Nel quinto set sembra essere Milano ad avere una marcia in più (8-5), ma Modena reagisce (10-10). I meneghini tornano avanti (12-10) ma Modena annulla il primo set ball avversario e pareggia i conti sul 14-14. La tensione sale, come testimoniano i numerosi errori al servizio, e alla fine sono Ishikawa e Kozamernik a trascinare Milano alla vittoria sull’incredibile punteggio di 20-18.