Volley, Superlega 2019/2020: la Lube domina Modena, colpo di Trento a Milano

Uros Kovacevic - Trento Uros Kovacevic - Trento - Foto Profilo Facebook Ufficiale LegaVolley

La sesta giornata della Superlega di volley 2019/2020 ha proposto due meravigliose sfide, ovvero Milano-Trento, terminata 1-3 (25-18, 24-26, 18-25, 21-25), e Lube Civitanova-Modena, conclusasi con un netto 3-0 (25-19, 25-20, 25-18). I due incontri hanno regalato una superlativa pallavolo, condita da giocate individuali sublimi ed azioni corali concrete, che hanno fatto in modo di intrattenere il pubblico per l’intera durata regolamentare.

La Lube ha conquistato un successo importante contro gli insidiosi modenesi, grazie soprattutto all’asse Simòn-Ghafour, la quale ha scardinato con costanza gli schemi difensivi ospiti. Per quanto riguarda Modena, i pilastri Zaytsev ed Anderson non hanno brillato, cadendo anzi in parecchi ed inusuali errori al servizio, solitamente fulcro delle loro potenzialità offensive. Il netto 3-0 della Lube non è affatto bugiardo, considerando la compattezza dei protagonisti in campo e la superiorità tecnica e mentale dimostrata nell’occasione specifica.

Milano ha subito una doppia sconfitta, in quanto oltre all’1-3 subito, la tegola maggiore è l’infortunio di Nimir, assoluto mattatore dei lombardi. La compagine milanese ha vinto nettamente il primo parziale per 25-18 e ha amministrato buona parte del secondo set, prima di crollare di fronte alla reazione sontuosa di Kovacevic e compagni. L’infortunio del fuoriclasse olandese non ha fatto altro che demoralizzare Milano, che ha ceduto sotto i colpi di Vettori, il quale ha mostrato un exploit niente male sul finire di gara: 1-3 e grande colpo di Trento fuori dalle mura amiche.