Volley, Superlega 2017/2018: Perugia ha la meglio su Milano

di - 11 gennaio 2018
Sir Safety Conad Perugia 2017/2018 - Foto Legavolley (Michele Benda)

Milano ci mette il cuore ed il solito Aziz (con ben 28 punti), ma non basta. La capolista Perugia continua la sua marcia trionfale ed anche al Palayamamay di Busto Arsizio riesce ad avere la meglio vincendo per 3 a 1. Il primo set è ad appannaggio dello Zar e soci, ma nel secondo parziale Aziz si prende completamente la scena e porta i suoi sull’ 1 a 1. La Revivre non molla il colpo e combatte punto a punto anche nella terza frazione cedendo poi 20 a 25. Non c’è però da dormire sonni tranquilli per la Sir Safety Conad Perugia che anche nel 4° set si trova a fare i conti con una squadra carichissima e vogliosa di fare il colpaccio. Ma il colpaccio non riesce, Russell in crescendo continuo è strepitoso, Aziz pecca negli ultimi punti e alla fine sul 22 a 25 si chiude la bagarre. La macchina da guerra Perugia è ancora una volta inarrestabile ma onore a questa Milano che esce dal campo a testa alta.

Così l’mvp Russell al termine: “Felice per questa vittoria e per la continua crescita della squadra, dobbiamo continuare così”.

PRIMO SET – Pronti via è Perugia che tenta da subito di scappare con il solito Ivan Zaytsev e con Russell, ma i padroni di casa non ci stanno e nonostante dopo il 4 a 4 firmato Aziz non riescano più a stare davanti, cercano comunque di non scomporsi troppo e di farsi trovare pronti su ogni punto. Sull’8 a 12 è assolutamente prodigioso il recupero dello zar ma non basta contro il solito perentorio colpo dell’altro opposto, quello milanese che vale il nono punto. Perugia si scuote nuovamente e si riporta sul +5, Milano accorcia approfittando di un tocco a muro ma la specialità della casa è servita: ace di Zaytsev. I Giani boys non ci stanno e sempre con Aziz si portano sul 12 a 17, ma Perugia è più costante ed arriva fino al 16 a 21. Qui c’è un’altra reazione dei milanesi, ma quando si arriva sul 20 a 24, siglato Piano, Aziz forza la battuta e sbaglia. 20 a 25.

SECONDO SET – Si ricomincia sulla falsariga del primo, Perugia mette la testa avanti, Milano prova a contenerla e ci riesce perché tra i soliti Aziz e Zaytsev è punto a punto fino all’ 8 a 8. Qui c’è il primo sorpasso Milano con il suo numero uno. Russell sbaglia il servizio, 11 a 9. Zaytsev scuote i suoi e con due marcature consecutive fa 12 a 11 ma poi manda out il terzo tentativo (13 a 12). Grazie all’errore di De Cecco la Revivre si spinge sul +2, ma mentre Averill non chiude l’azione successiva lo fa lo Zar. 14 a 13. Tutto senza esclusione di colpi, gli errori sono limitati al massimo, 17 a 17. Berger ha una marcia in più e fa ace, Aziz riporta tutto in parità. 18 a 18. Piano la manda out sul servizio seguente, ma non chiedete all’opposto in maglia bianca di mollare: 19 a 19. Una contesa prima ed un grandissimo recupero di Fanuli completato Klinkenberg valgono il 21 a 19. Averill manda out, Aziz prima fa centro poi sbaglia incredibilmente, ma sul secondo recupero consecutivo da paura di Fanuli è stavolta Cebulj a giocare con astuzia e prendersi il 23 a 22. Aziz si rifà subito e si prende il 24° punto, poi viene fermato dal murone a tre perugino. Ma questa la battuta è amara per lo Zaytsev ed il palazzetto esplode per queste set conquistato con merito.

TERZO SET – Anche questo terzo parziale è combattutissimo, con Milano che tiene botta a Perugia, anzi dopo il 3 a 3 mette la freccia e si porta sul +2. Podrascanin sbaglia il servizio, Atanasijevic no: 7 a 6. I tocchi a muri ci sono spesso e volentieri da entrambe le parti, si va sull’ 9 a 10, mentre la pipe di Russell vale il 9 a 11. Invasione di capitan Piano, poi Aziz sì e lo zar anche, così come Atanasijevic. 11 a 14. L’opposto di Milano suona ancora la carica ma anche Perez, neoentrato, si fa trovare pronto 15 a 17. Da applausi il murone di Aziz su Ivan il terribile, ma non basta perché Perugia è più lucida in questo frangente e arriva sul 16 a 20. Il solito Aziz tiene a galla i suoi, ma Ricci e Russel rispondono ancora presente: 17 a 22. C’è ancora speranza per Piano & CO fino al 20 a 24, ma poi è Aziz a concedere l’ultimo punto sbagliando il servizio. 20 a 25

QUARTO SET – A partire decisa, e non potrebbe essere diversamente se vuole restare attaccata al match, è Milano che con Azil prima ed un doppio ace di Averill poi vola sul 6 a 3. Lo zar riporta in carreggiata i suoi ma Milano riesce a mantenersi fin quando Perugia non ribalta la situazione grazie ad un Russell scatenato ed in continuo crescendo. 7 a 10, Giani chiama time – out. Al ritorno sul taraflex è sempre scatenato Aziz che prima con un video check guadagna il punto numero, poi sbaglia il servizio, poi si fa perdonare. 9 a 11. I ragazzi di Bernardi si mantengono a poca distanza, 11 a 13, poi è strepitosa Milano in un’azione tutta di riflessi pronti finalizzando con una pipe di Cebulj che fa sobbalzare tutto il palazzetto. 12 a 13. Piano sbaglia al servizio, De Cecco manda out: 13 a 14. Perentorio lo Zar (13 a 15), ma i locali non fanno scappare gli ospiti grazie al primo tempo di Averill. Il 14 a 16 è indescrivibile e lascia tutti col fiato sospeso dopo una serie di salvataggi incredibili, se lo porta a casa Atanasijevic. Servizi out da ambo i lati, ma poi continua a giocare in cattedra Aziz: 17 a 17. Stavolta funziona bene il muro di Perugia con Russell (17 a 18), ma non può nulla su Cebulj. 18 a 18. Siirila trova un tocco a muro ed un ace (18 a 20), Klinkenberg va di mani fuori. 19 a 20. Ace di Piano, tutto di nuovo in perfetta parità. 20 a 20. Perugia chiede un video check sull’attacco giudicato out di Atanasijevic e fa bene: 20 a 21. Anche Shaw la mette giù (20 a 22) ma nell’azione successiva Aziz manda a lato e Perugia vola sul +3. Milano non molla e gliela fa sudare fino alla fine andando sul 22 a 24 grazie a Klinkenberg. De Cecco senza un briciolo di paura, con un secondo tocco magistrale chiude i giochi. 22 a 25.

Revivre Milano – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (20-25, 25-23, 20-25, 22-25)

Revivre Milano: Abdel Aziz 28, Piccinelli, Klinkenberg 5, Sbertoli, Tondo, Schott 5, Perez, Piano 8, Galassi, Averill 7, Fanuli, Preti, Cebulj 11. All. Giani, 2° De Cecco. Battute errate: 25. Battute vincenti: 5. Muri: 4.

Sir Safety Conad Perugia: Ricci 3, Cesarini, Shaw, Russell 16, Zaytsev 14, Della Lunga, Siirila, Berger, Colaci, Atanasijevic 17, De Cecco 2, Andric, Anzani 7, Podrascanin 5. All. Bernardi. 2° Fontana. Battute errate: 15. Battute vincenti: 6. Muri: 6.

Arbitri: Braico, Canessa.

© riproduzione riservata