Volley maschile, Superlega 2017/2018: Modena supera Milano solo al quinto set, bene Perugia

di - 19 novembre 2017
Azimut Modena - Foto Legavolley

Dopo l’anticipo dei venerdì 17 novembre si completa quasi tutto il programma dell’ottava giornata di Superlega 2017/2018 di volley maschile con il posticipo tra Trento e Latina che andrà in scena il 23 novembre. Vincono per 3-0 sia Perugia che Verona che superano senza grossi problemi Vibo Valentia e Sora, vittorie sempre da tre punti per Civitanova e Padova, rispettivamente contro Monza e Piacenza. A faticare è Modena che si trova un osso duro da affrontare al Pala Panini contro Milano ma alla fine riesce a superare gli avversari e a conquistare due punti importanti per la classifica.

Azimut Modena – Revivre Milano 3-2 (25-19, 21-25, 25-21, 26-28, 15-11)
Si chiude al quinto set la sfida tra la squadra di Stoytchev e quella di Andrea Giani che al Pala Panini di Modena sfiora l’impresa non riuscendo però a superare la squadra gialloblu. L’Azimut viene raggiunta in classifica dalla Lube e continua la sua marcia di inseguimento su Perugia che ora guida tutta la massima serie del volley italiano dall’alto visto l’unico punto in più rispetto alle due avversarie. Match da 2 ore e 16 che ha offerto un ottimo livello di pallavolo e che ha visto la squadra di casa chiudere la sfida con 25 punti di Earvin Ngapeth con due ace e 4 muri nel conteggio totale e un 51% in attacco, mostrando sempre di più l’intesa che lo lega a Bruno e che non sembrava essere fruttuosa lo scorso anno con Orduna. Chiude a 16 punti invece Giulio Sabbi (3 servizi vincenti e 5 muri). Nel campo della Revivre è sceso in campo anche Matteo Piano, l’ex di giornata, che ha messo a segno 7 punti (di cui 3 muri) con il 50% in attacco. Fantastica la prestazione per Milano di Nimir Abdel-Aziz che raggiunge quota 30 punti con 1 muro e ben 5 servizi vincenti che dimostrando la grande pressione messa alla ricezione di Modena. Sono invece 22 i punti di Clemen Cebulj.

Gi Group Monza – Cucine Lube Civitanova 1-3 (20-25, 22-25, 25-20, 23-25)
Tre punti importanti per la Lube che in classifica torna a pari merito da Modena e ad un solo punto da Perugia con una lotta che andrà avanti fino alla fine della regular season e che impegnerà le squadre anche nei playoff. Niente da fare per Monza che invece resta a soli 6 punti nella parte calda della classifica dopo aver lottato al massimo ed essere riuscita ad allungare il match al quarto set con la vittoria del terzo parziale. Alla Candy Arena Osmany Dimitrov chiude con 21 punti (3 muri ed un servizio vincente) con un grandissimo 61% in attacco, mentre Tsvetan Sokolov che si ferma a quota 19 piazzando ben 5 muri e riuscendo ad essere fondamentale a rete. Migliori marcatori di Monza sono stati Donovan Dzavoronok e Jacopo Botto che chiudono entrambi a quota 15 punti con il primo che mette a segno 4 muri.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (13-25, 23-25, 23-25)
Zero problemi per Perugia nella trasferta calabrese a Vibo Valentia con un primo set dominato e qualche difficoltà in più negli altri due parziali che però grazie alla sua esperienza è riuscita a portare a casa senza complicare le cose ed allungare il match. Perugia ritrova il primato solitario della classifica e si stacca da Civitanova e da Modena di un punto. La squadra umbra dopo l’accesso ai gironi di Champions League, dove giocheranno anche contro la Lube, e la vittoria della Supercoppa italiana 2017 continuano la serie positiva. Per la squadra di casa invece situazione in classifica invariata con gli 8 punti conquistati nelle prime 8 giornate. Partita senza grandi acuti con Aleksandar Atanasijevic che chiude a quota 14 la sua buona prestazione, seguito a 11 punti da Marko Podrascanin e Ivan Zaytsev. Il migliore di Vibo è stato Oleg Antonov che chiude con il valore 11 nella casellina dei punti.

Biosì Sora – Calzedonia Verona 0-3 (20-25, 27-29, 23-25)
Vittoria importante anche per Verona che mantiene il ritmo delle squadre di metà classifica superando Sora che invece mantiene l’ultimo posto e l’unico punto conquistato in questo inizio di campionato davvero complicato. La Calzedonia ha potuto contare sull’apporto di Toncek Stern che con i suoi 24 punti ha messo a segno il 42% dei punti della squadra (non derivanti da errori degli avversari). Stefano Mengozzi ha invece stampato il 100% dei muri della squadra veneta chiudendo con 3 punti in questo fondamentale. A nulla sono serviti i 19 punti di Dusan Petkovic che ha provato con il suo 56% in attacco a trascinare i compagni ma non ha trovato supporto.

LPR Piacenza – Kioene Padova 1-3 (20-25, 24-26, 25-17, 20-25)
Padova raggiunge proprio Piacenza in classifica con la vittoria conquistata al Pala Banca e con la squadra emiliana che ha già disputato la sua 12a giornata di Superlega contro Civitanova e che quindi conta una partita in più giocata rispetto alla squadra di Valerio Baldovin. Buona la combo Luigi Randazzo-Gabriele Nelli che chiudono rispettivamente con 19 e 18 punti con il primo capace anche di trasformare in punto 3 muri. Nel campo di Piacenza bene Trevor Còevenot con i suoi 19 punti mentre si ferma a 15 Alessandro Fei.

TUTTI I RISULTATI DELL’OTTAVA GIORNATA

IL CALENDARIO COMPLETO DELLA SUPERLEGA 2017/2018

LA CLASSIFICA DELLA SUPERLEGA 2017/2018

 

© riproduzione riservata