Back

Volley, Final Four Coppa Italia 2019: Lube ok al tie-break contro Trento, è in finale

Cucine Lube Civitanova

La Cucine Lube Civitanova doma l’Itas Trentino al tie-break (20-25, 25-21, 19-25, 25-15, 10-15) nella seconda semifinale della Del Monte Coppa Italia 2019. All’Unipol Arena di Bologna la squadra di coach De Giorgi la spunta al quinto set  e domani si giocherà il primo trofeo dell’anno contro la corazzata Sir Safety Conad Perugia, capace di demolire in tre set l’Azimut Leo Shoes Modena.

LA CRONACA – L’avvio di partita è a favore della Diatec. Il muro dolomitico costruito da Candellaro e Lisinac regala alla banda Lorenzetti un vantaggio di quattro punti, con Sokolov cancellato in attacco (11-7).

La reazione dei cucinieri è repentina con l’avvento di Juantorena dai nove metri (12-11), che avvia una rincorsa completata dopo l’errore di Russell in parallela (17-17).

Una volta riagguantata la parità la Lube compie anche il contro-sorpasso con il mani out di Sokolov e l’intelligente muro a uno di Juantorena (17-19).

Civitanova alza i giri in maniera vertiginosa sul finale di set, costringendo gli avversari a scarabocchiare in attacco. Il primo set va a Civitanova (20-25).

SECONDO SET –  La Lube inizia in maniera spettacolare il secondo set. Grazie a un Bruninho trascinante al servizio, la squadra di coach De Giorgi si presenta nel parziale con un break di 7-0, favorito da due ace del palleggiatore brasiliano e da tre muri vincenti.

L’ampio margine acquisito fa sedere sugli allori i cucinieri che subiscono il rientro veemente dell’Itas con Vettori e Kovacevic. Il prolungato black-out civitanovese favorisce il ritorno in parità degli avversari (15-15). L’inerzia positiva permette a Trento di spuntarla 25-21.

TERZO SET – Civitanova ha un miglior approccio anche nel terzo parziale: inevitabile arriva il break (3-6). Appresa la lezione del set precedente, la Lube mantiene costante il focus non dissipando il margine di vantaggio grazie agli attacchi atomici di Sokolov. A chiudere i conti è una maestosa pipe di Leal: Civitanova si porta sul 2-1.

QUARTO SET – Ad un passo dal baratro, Trento non trema. Vettori diviene indomabile al servizio e favorisce un parziale monstre di 6-0 a favore della Itas (14-6), che segna in positivo per la squadra di Lorenzetti l’intero set. La Lube spegne letteralmente la luce subendo un’imbarcata considerevole prima di approdare al tie-break: 25-15.

QUINTO SET – La prima squadra è trovare l’allungo al tie-break è la Lube grazie alla stampata a muro di Simon su Russell (5-7). Il cubano, da vero campione, sale in cattedra quando più conta e trascina la sua squadra verso la vittoria con due ace consecutivi. La Lube vola in finale con l’obiettivo di sfatare il tabù che la vuole sempre sconfitta all’atto conclusivo.