Volley, Champions League 2022: grande vittoria di Civitanova, Zaksa ko al tie-break

Robertlandy Simon Robertlandy Simon (Lube Civitanova), Superlega 2021/2022 - Foto Legavolley

Nella sfida valevole per la terza giornata della Pool C di Cev Champions League 2021/2022 di volley maschile, la Cucine Lube Civitanova sconfigge al tie-break la Grupa Azoty Kedzierzyn Kozle. 2-3 (17-25, 25-16, 18-25, 25-22, 12-15) il punteggio del match, che assegna provvisoriamente il primo posto del girone. Entrambe le squadre avevano infatti conquistato due vittorie nelle precedenti giornate, stazionando a quota 6 punti. Civitanova, però, in virtù del successo odierno compie il sorpasso e si porta in vetta.

REGOLAMENTO: CHI PASSA IL TURNO?

CALENDARIO POOL C: DATE, ORARI E TV

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

RIVIVI LA DIRETTA

CRONACA – Primo set dominato dalla Lube, che parte a rilento ma poi spinge sull’acceleratore e dilaga nel finale. Protagonista il solito Simon, che gioca un ruolo importante nel 25-17. La reazione dei polacchi però non tarda ad arrivare ed il punteggio del secondo parziale, per quanto bugiardo per certi versi, lo testimonia. Nella prima parte regna l’equilibrio, ma dal 14-14 pari in poi non c’è partita. La compagine di casa, trascinata da Kaczmarek, firma un parziale di 11-2 e si assicura il set.

Il terzo parziale è probabilmente quello meno combattuto, in quanto Civitanova conquista fin da subito un vantaggio significativo e tiene a debita distanza gli avversari. I polacchi tentano di accorciare le distanze e di rifarsi sotto, ma l’impresa si rivela impossibile. 25-18, dunque, per i cucinieri, ad un set dalla vittoria. Set identico al precedente – ma a parti invertite – il quarto, dove la squadra di casa parte con il piede giusto scappando via. Civitanova si vede dunque costretta ad inseguire, ma non riesce a frenare la furia degli avversari e capitola per 25-22.

Nel tie-break, partono meglio i ragazzi di Blengini, che non si distraggono e amministrano il vantaggio. I polacchi si riportano sotto con tre punti consecutivi, ma Simon scuote la Lube con la sua potenza. Un regalo di Kaczamarek regala un match point ai cucinieri, i quali non si fanno trovare impreparati. A chiudere i giochi è lo Zar, Ivan Zaytsev, con un ottimo muro.