Volley, Supercoppa femminile 2022: Novara dura due set, ennesimo trionfo Conegliano

Conegliano Conegliano - Foto LiveMedia/Lisa Guglielmi

Conegliano batte Novara nel match valido come della Supercoppa femminile 2022 di volley. Ennesimo successo per la squadra allenata da coach Santarelli, che vince il trofeo per la quinta volta consecutiva, la quarta di fila battendo proprio la formazione piemontese. L’Imoco vince il trofeo per la sesta volta nella sua storia, eguagliando Bergamo in vetta all’Albo d’Oro: contro la Igor Gorgonzola finisce 25-23, 17-25, 25-17, 25-17.

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

Conegliano-Novara Supercoppa 2022 volley femminile: la cronaca

L’incontro è da subito molto vivo con scambi anche lunghi e avvincenti, ma le due squadre continuano punto a punto. Il primo break è per Novara con Karakurt e Carcaces (9-12). Le “Zanzare” toccano il +4 (12-16), ma a questo punto si scatenano le “Pantere”: Plummer e Squarcini danno il via alla rimonta, con il parziale di sei punti interrotto da Danesi, che si ripete a muro per il 18 pari. Ma il momento è favorevole a Conegliano, che matura cinque palle set: Novara ne annulla quattro (compresa un’invasione di Haak), ma alla fine deve arrendersi dopo il brutto errore di Karakurt, che non trova il diagonale mancando il pareggio.

Nel secondo set, Novara trova subito un primo allungo con l’ace di Danesi (2-4), alimentato dall’errore di Haak e dal punto di Carcaces (3-8). Il mani-out di Plummer riavvicina Conegliano (9-12), ma Novara torna subito a +5 dopo l’incredibile punto realizzato da Caterina Bosetti, che di fatto segna di testa, dopo essere stata murata (10-15). Lavarini azzarda anche l’entrata in campo di diverse seconde linee nel finale, tra cui Ituma (che trova anche alcuni punti lungo l’arco del match), avendo ragione: infatti Novara mantiene il vantaggio e chiude con Bosetti.

Conegliano-Novara: gli ultimi due set

Squarcini, tra le protagoniste della partita con diversi ace realizzati, firma l’allungo Conegliano nel terzo set (9-7), incrementato fino al 12-7 grazie ad Haak, altra spina nel fianco della difesa di Novara. Le “Zanzare” provano a ricucire lo strappo, ma un muro e un ace delle ragazze di Santarelli firma il nuovo +5. È il momento chiave, perché poi da qui le “Pantere” possono permettersi di gestire il vantaggio, riportandosi avanti nel conto dei set.

Il quarto e ultimo set è quasi senza storia: Conegliano fa valere la sua maggiore esperienza e l’ottima serata di Squarcini e compagne. De Gennaro dirige l’orchestra, Haak sbaglia pochissimo. Ma soprattutto Novara diventa fragile alla battuta, non riuscendo quasi mai a impensierire le avversarie, e anzi commettendo spesso errori banali, come successo in altri momenti del match. La sfida si chiude sull’errore di Ituma, unico della sua partita, dove aveva anzi fin lì decisamente ben figurato, nei minuti che le sono stati concessi da Lavarini.