Sampdoria, Quagliarella: “Io come Ibra, siamo vecchi ma col fuoco dentro”

Giulio Maggiore e Fabio Quagliarella Giulio Maggiore e Fabio Quagliarella - Foto Marti
L’obiettivo era la salvezza. Futuro? In settimana ci incontreremo, ma credo che non ci saranno problemi. Io come Ibrahimovic? Anche se siamo vecchi abbiamo il fuoco dentro e vogliamo dare il nostro contributo“. Queste le parole di Fabio Quagliarella, giocatore della Sampdoria, ai microfoni di Dazn dopo la sconfitta per 3-0 contro l’Inter. “So benissimo che a 39 anni non posso pretendere di giocare 38-40 partite – ha sottolineato l’attaccante blucerchiato -. Sono molto sereno. So che posso dare una mano ai compagni, far capire dove si trovano. Quest’anno abbiamo attraversato un momento difficile, ci siamo ricompattati e abbiamo raggiunto la salvezza”.

Quagliarella, dopo aver commentato le parole di Mouinho (“L’ho ringraziato, mi sono fatto qualche nemico negli attaccanti della Roma“), ha parlato delle motivazioni: “Ci sono, fisicamente sto bene e posso dare una gran mano, mi dà lo stimolo per andare avanti“. Difficile però scegliere il gol più bello della carriera: “Faccio fatica. In campo non è facile fare determinati gesti, si decide in una frazione di secondo. Mi piace sorprendere” ha concluso Quagliarella.