Rugby, Sei Nazioni 2018: Francia-Italia, le formazioni ufficiali

L'Italia del rugby al Sei Nazioni 2017 - Foto Roberto Proietto

I giornali transalpini dicono che “potremmo batterli anche noi”. Scongiuri a parte, questo Francia-Italia del Sei Nazioni 2018 è davvero la gara del bivio per la nostra nazionale. La sfida di Marsiglia sembra davvero essere l’unica alla portata della nostra nazionale, con un avversario – i transalpini guidati dalla vecchia conoscenza del nostro rugby Jacques Brunel – non pienamente convinto dei propri mezzi.

Conor O’Shea si gioca il Trofeo Garibaldi con tre cambi. Innanzitutto il ritorno di Maxime Mbandà da titolare, dopo le cose buone viste nel secondo tempo contro l’Irlanda. Il terza linea centro dell’Italia, infatti, ha rappresentato una delle note più liete nella gara contro i verdi ed è stato tra i protagonisti delle migliori azioni che hanno portato gli azzurri a timbrare il cartellino. Le altre modifiche alla formazione saranno in prima linea, con il rientro dal primo minuto di Andrea Lovotti e di Lorenzo Ghiraldini: la vecchia guardia per aggiungere peso ed esperienza alla mischia azzurra.

Per il resto, la formazione dell’Italia è confermata in blocco, da Alessandro Zanni al giovane Sebastian Negri, passando per Tommaso Allan in cabina di regia. Servirà comunque una prestazione al limite della perfezione per riuscire a strappare un risultato importante in terra straniera.

Se Atene piange, Sparta non ride. La Francia è nell’occhio del ciclone per la stampa locale: una prestazione deludente contro i sottovalutati azzurri potrebbe rappresentare davvero il capolinea per Brunel, reduce dalla positiva esperienza sulla panchina del Bordeaux, così diversa da quella che sta vivendo attualmente in nazionale. Totalmente stravolta la linea dei trequarti, con l’estremo rientrante Hugo Bonneval preferito a Palis, mentre Benjamin Fall e Remy Grosso saranno le nuove ali dei galletti. Tra i centri, Mathieu Bastareaud formerà una coppia quasi inedita con Doumaryou. Un vero e proprio valzer tra epurati e scelte dettate dalla condizione fisica. Basterà per dare la scossa all’ambiente?

SEI NAZIONI 2018, FRANCIA-ITALIA: LE FORMAZIONI

FRANCIA: 15 Hugo Bonneval; 14 Benjamin Fall, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Geoffrey Doumaryou, 11 Remy Grosso; 10 Lionel Beauxis, 9 Maxime Machenaud; 8 Marco Tauleigne, 7 Yacouba Camara, 6 Wenceslas Lauret; 5 Sebastien Vahaamahina, 4 Paul Gabrillagues; 3 Rabah Slimani, 2 Guilhelm Guirado (c), 1 Jefferson Poirot. A disposizione: 16 Adrien Pelissie, 17 Dany Priso, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Romain Taofifenua, 20 Kelian Galletier, 21 Baptiste Couilloud, 22 Francois Trinh-Duc, 23 Gael Fickou

ITALIA: 15 Minozzi; 14 Benvenuti, 13 Boni, 12 Castello, 11 Bellini; 10 Allan, 9 Violi; 8 Parisse, 7 Mbandà, 6 Negri; 5 Budd, 4 Zanni; 3 Ferrari, 2 Ghiraldini, 1 Lovotti. A disposizione: 16 Bigi, 17 Quaglio, 18 Pasquali, 19 Biagi, 20 Ruzza, 21 Gori, 22 Canna, 23 Hayward.

About the Author /

Giornalista professionista, classe ‘89. Ricorda ancora la pioggia e il vento del 27 luglio ‘98, quando Marco Pantani ingoiò il Galibier come una fetta di torta. I suoi amici sognavano di fare i calciatori, lui di fare le telecronache delle loro partite