Roland Garros 2022, Nadal: “Io favorito? No, ma se sono qui è perché credo di poter vincere”

Rafa Nadal Rafa Nadal, Internazionali d'Italia 2022 Roma - Foto Ray Giubilo

Rafa Nadal ha parlato alla stampa in occasione del Media Day in vista del Roland Garros 2022: “Non sono il favorito. Lo dicono i risultati, ma non sono preoccupato. Sicuramente sono uno dei candidati alla vittoria, ma può succedere di tutto“. Lo spagnolo ha quindi fatto chiarezza sulle sue condizioni: “Ciò che successo a Roma è stata la conseguenza di un problema che mi portavo avanti da qualche giorno. Ora mi sento meglio, è per questo che sono qui. Come ho già detto, la situazione può migliorare e mi auguro che sia ciò che accada qui a Parigi“.

Il mio obiettivo non è che il dolore sparisca, so che c’è e ci sarà sempre. Quello che spero è che non sia troppo forte da impedirmi di competere o di avere possibilità di vincere. Convivo con questo problema al piede giorno dopo giorno e non ci sono novità. Sono qui per giocare a tennis e fare del mio meglio. Non sarei qui se non pensassi di avere chance di vincere. Sto facendo tutto il possibile, il mio unico desiderio è essere sano per giocare un buon tennis” ha proseguito Nadal.

Quest’anno non ho avuto la migliore delle preparazioni, ma nello sport le cose cambiano molto rapidamente. Sicuramente ci sono giocatori più in forma rispetto a me, ma non si può mai sapere cosa riserva il domani. L’ho sperimentato su me stesso in Australia – ha aggiunto il maiorchino, che ha poi tagliato corto sul sorteggio del tabellone – Non mi interessa, a livello psicologico è indifferente. In termini di tennis, sicuramente la parte alta è molto dura, con tanti nomi forti, ma in uno slam può accadere di tutto. Ovviamente avrei preferito finire nell’altra metà, specialmente viste le mie condizioni, ma è andata così. Sono concentrato esclusivamente sulla prima partita contro Thompson“.