Probabili formazioni Qatar-Senegal: seconda giornata Mondiali Qatar 2022

Akram Afif Akram Afif, Qatar - Foto LiveMedia/Nigel Keene/DPPI

Le probabili formazioni di Qatar-Senegal, match della seconda giornata del girone A dei Mondiali di calcio del 2022. La squadra di casa, dopo il brutto esordio contro l’Ecuador, cerca il riscatto contro Koulibaly e compagni. Il Qatar infatti è la prima nazionale ospitante ad aver perso la gara inaugurale. Un record negativo segnato da Enner Valencia, autore di una doppietta. Ora c’è lo scoglio della nazionale di Cissè, che come noto deve fare a meno di Sadio Mane ma che ha comunque molto talento in rosa. Si pensi a Boulaye Dia o Ismaila Sarr, senza dimenticare la difesa di stelle con Koulibaly e Diallo al centro della retroguardia. Si gioca venerdì 25 novembre alle 14:00. La diretta sarà assicurata da Rai 2 Rai4K. Oltre che in streaming sulla piattaforma Rai Play.

QATAR – Sanchez Bas dovrebbe insistere sul 3-5-2 che ha preparato in questi mesi. Ma chiede un salto di qualità ad Afif e Ali, rimasti ingabbiati nella morsa della difesa dell’Ecuador. Non si esclude una chance a Muntari, pericoloso nel suo ingresso in campo. Pedro Miguel e Khoukhi agiranno sulle fasce.

SENEGAL – Dopo non essere stato al meglio nel primo match, Ballo-Toure dovrebbe essere arruolabile. Dia guida l’attacco con Sarr e Jackson ai suoi lati. Gueye è il leader del centrocampo, Koulibaly quello della difesa.

Le probabili formazioni di Qatar-Senegal

Qatar (3-5-2): Alsheeb; Hassan, Ahmed, Hisham; Pedro Miguel, Hatem, Alhaydos, Boudiaf, Khoukhi; Afif, Ali.
Ballottaggi: Ali 55% – Muntari 45%
Indisponibili: –
Squalificati: –

Senegal (4-3-3): E. Mendy; Sabaly, Koulibaly, Diallo, Ballo-Touré; Kouyaté, N. Mendy, Gueye; Jackson, Dia, Sarr.
Ballottaggi: Ballo-Toure 55% – Ndiaye 45%
Indisponibili: Ballo-Toure (In dubbio)
Squalificati: –

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio