Probabili formazioni Argentina-Messico: seconda giornata Mondiali Qatar 2022

Lionel Messi Argentina Lionel Messi - Foto LiveMedia/Nigel Keene/DPPI

Le probabili formazioni di Argentina-Messico, match della seconda giornata della fase a gironi dei Mondiali di Qatar 2022. Fischio d’inizio alle 20:00 di sabato 26 novembre. L’evento sarà trasmesso in diretta esclusiva su Rai Sport e sulla piattaforma Rai Play. Una sfida da non pedere, tra due nazionali che sanno come regalare spettacolo. Tutti gli occhi sono inevitabilmente puntati su Leo Messi. Ma occhio anche a Lozano, che vuole vestire i panni del trascinatore contro l’Albiceleste. La Scaloneta non può permettersi altri passi falsi e ha bisogno di una vittoria in un match da dentro o fuori. Scaloni prepara la rivoluzione, Martino invece potrebbe confermare l’11 visto contro la Polonia. Una cosa è certa: non si può più sbagliare. Il primo posto del girone – o più semplicemente la qualificazione – è lì che aspetta.

ARGENTINA – Dopo il crollo con l’Arabia Saudita, Scaloni può cambiare. Verso la panchina Papu Gomez. A centrocampo anche Paredes rischia. Scalpita Guido Rodriguez. Dopo il brutto esordio, Romero dovrebbe essere escluso dall’11. Toccherà a Lisandro Martinez.

MESSICO – Più Martin di Jimenez, proprio come al debutto. Herrera detta i ritmi in cabina di regia. Lozano e Vega confermati sulle fasce nel tridente d’attacco.

Le probabili formazioni di Argentina-Messico

Argentina (4-3-3): E. Martinez; Molina, L. Martinez, Otamendi, Tagliafico; De Paul, Paredes, Fernandez; Di Maria, Lautaro, Messi
Ballottaggi: Di Maria 60% – Dybala 40%; Fernandez 55% – Mac Allister 45%
Indisponibili: –
Squalificati: –

Messico (4-3-3): Ochoa; Sanchez, Montes, Moreno, Arteaga; Alvarez, Herrera, Rodriguez; Lozano, Funes Mori, Vega
Ballottaggi: Funes Mori 55% – Martin 45%
Indisponibili: –
Squalificati: –

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio