Laureus Awards 2022: premiati Valentino Rossi e l’Italia di Mancini

Valentino Rossi, GP San Marino Valentino Rossi - Foto Antonio Fraioli

La Nazionale di Roberto Mancini riceve il premio “Laureus World Team of the Year Award” (Squadra dell’anno) dopo la memorabile vittoria degli Azzurri a Euro 2020. Gli Oscar dello sport, che si sono tenuti in un format virtuale questa sera a Siviglia, premiano dunque il calcio italiano. È la seconda volta che la Nazionale italiana di calcio si aggiudica il “Laureus World Team of the Year Award”, dopo il premio ricevuto in occasione del trionfo ai Mondiali di Germania 2006. Nel corso della cerimonia, presentata dalla leggendaria sciatrice Lindsey Vonn, oggi membro della Laureus Academy, è stato premiato anche Valentino Rossi con il “Laureus Sporting Icon Award”, un riconoscimento assegnato per la prima volta che celebra “il Dottore”.

Grazie per questo premio eccezionale, che va condiviso con lo staff tecnico, i dirigenti e tutti i giocatori protagonisti di un ottimo lavoro, culminato lo scorso anno con la vittoria dei Campionati Europei. Considerando l’importanza del premio questo è un riconoscimento che voglio condividere con tutti i giovani del mondo” ha detto il Ct Roberto Mancini.Grazie per aver scelto la nostra Federazione e la nostra Nazionale per questo premio – ha chiosato il presidente della Figc Gabriele Gravina -, particolarmente significativo soprattutto in considerazione del suo valore. Grazie dal profondo del mio cuore“. “Voglio ringraziare tutti i membri della Laureus Academy – ha aggiunto il capitano Giorgio Chiellini -. Lo scorso anno abbiamo compiuto davvero un’impresa straordinaria, vincendo l’Europeo“.

Alessandro Del Piero, Laureus Academy Member e leggenda del calcio italiano, campione del mondo con la Nazionale nel 2006, ha dichiarato: “Il Laureus è il più grande premio per una squadra nello sport mondiale. Vincere questo premio come membro della Nazionale nel 2006 è stato uno dei momenti più significativi della mia carriera. Quest’anno c’erano in nomination sei squadre di grande valore, ma la Laureus Academy ha voluto premiare il team che ha saputo trovare dentro di sé quel qualcosa in più proprio nel momento in cui ce n’era più bisogno. Con la loro determinazione e il loro spirito di sacrificio i giocatori della Nazionale hanno dato speranza a un Paese fortemente provato dalla pandemia“.

VALENTINO ROSSI – “Il Dottore”, mito del motociclismo italiano e mondiale, si è ritirato al termine della stagione 2021 di MotoGP dopo una carriera di oltre 25 anni. Le imprese del fuoriclasse di Tavullia rimarranno impresse nella memoria di tutti gli appassionati: 115 vittorie e 235 podi, unico pilota a vincere titoli mondiali nelle categorie 125cc, 250cc, 500cc e MotoGP. Durante la sua carriera Valentino Rossi ha ottenuto ben 8 nominations ai Laureus Awards. Nel 2006 è stato insignito del “Laureus Spirit of the Sport Award” per celebrare il suo contributo al mondo del motociclismo dopo aver vinto per il quinto anno consecutivo il titolo iridato della MotoGP. Nel 2011 ha anche vinto il “Laureus Comeback of the Year Award”.

Ho già ricevuto due premi dalla Laureus Academy, quindi devo ringraziare tutti per questo – ha detto Rossi -. Sono stato fortunato perché ho ottenuto grandi risultati nella mia carriera. Le vittorie di sicuro sono importanti, ma penso che la cosa più significativa è che molte persone conoscono la MotoGP e hanno iniziato a seguire il motociclismo grazie a me. Sono molto orgoglioso di questo perché il motociclismo è lo sport che amo“. “Valentino Rossi è sicuramente il più grande pilota della sua generazione e uno dei più grandi di tutti i tempi – ha detto Giacomo Agostini, Laureus World Sports Academy Member, il motociclista più vincente di sempre -. Siamo italiani ed entrambi amiamo il motociclismo. Lo conosco molto bene e ammiro quello che ha fatto. Ha sicuramente incoraggiato molti giovani ad avvicinarsi al nostro sport non solo grazie alla sua personalità, ma anche per la sua audacia. Sono lieto che la Laureus Academy abbia deciso di assegnare a Valentino questo premio così speciale, lo “Sporting Icon Award”. Questo è ciò che Valentino è e ciò che rimarrà per sempre: un eroe per molti milioni di appassionati di sport“.

PREMI – Tra gli altri grandi vincitori di questa edizione ci sono Max Verstappen, premiato con il “Laureus World Sportsman of the Year” (Sportivo dell’anno) per la vittoria del Mondiale di Formula 1, la velocista olimpica giamaicana Elaine Thompson-Herah con il “Laureus World Sportswoman of the Year Award” (Sportiva dell’anno), la giovane tennista Emma Raducanu con il “Laureus World Breakthrough of the Year Award” (Rivelazione dell’anno). Ma anche la stella dello skateboard Sky Brown, che ha vinto il “Laureus World Comeback of the Year Award” (Ritorno dell’anno), il sette volte vincitore del Super Bowl Tom Brady con il “Laureus Lifetime Achievement Award” (Premio alla carriera) e infine Robert Lewandowski ha vinto il “Laureus Academy Exceptional Achievement Award” per la sua vena realizzativa nel 2021 e per sottolineare il suo impegno nel sociale.