Fitet, Pancalli elogia il progetto “TennisTavolOltre”: “Investiamo sul futuro”

Luca Pancalli e Renato Di Napoli La presentazione del progetto "TennisTavolOltre" - Foto Sportface

Favorire il passaggio dall’attività motoria allo sport attraverso l’avviamento alla pratica del tennistavolo, promosso come strumento di recupero sociale. Questo l’obiettivo di “TennistavolOltre”, progetto promosso dalla Federazione Italiana Tennistavolo, finanziato dalla Fondazione Vodafone Italia e rivolto agli alunni con disabilità sia fisica che intellettiva, come spiegato dal presidente della Fitet Renato Di Napoli durante la conferenza stampa organizzata al Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti di Roma.

Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Fondazione Vodafone Italia: vuol dire che abbiamo dimostrato la bontà del nostro progetto e la professionalità delle persone che lo portano avanti oltre al coinvolgimento del territorio – ha sottolineato il numero uno della Federazione italiana tennistavolo – L’obiettivo è quello di coinvolgere tanti giovani disabili sia fisici che intellettivi: faremo una buona figura. Il progetto punta alla formazione/informazione sul tennistavolo all’interno delle scuole di ogni ordine e grado e, in particolare, nelle classi dove sono inseriti alunni con disabilità fisica e/o mentale. L’obiettivo è importante: far praticare l’attività a mille giovani con disabilità, aggiornare circa cento docenti sull’insegnamento del tennistavolo e coinvolgere complessivamente ventimila persone.

Bravi – ha sottolineato il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli rivolgendosi al presidente della Fitet Di Napoli e ai rappresentanti della Fondazione Vodafone Italia – State affrontando con consapevolezza e serietà il presente, ma allo stesso tempo guardate con lungimiranza al futuro con un preciso piano di sviluppo. Vi state occupando e preoccupando della disciplina paralimpica con grande serietà e impegno: entrare nella scuola è il percorso migliore per investire sul futuro. Ringrazio anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che ci è sempre vicino”.

La presentazione de progetto “TennistavolOltre” è stata anche l’occasione per presentare la squadra paralimpica azzurra in partenza per la Slovenia, dove dal 15 al 21 ottobre sono in programma i Campionati Mondiali individuali a Lasko/Celje. Sei gli atleti convocati: Andrea Borgato, Michela Brunelli, Federico Crosara, Federico Falco e Giada Rossi, tutti pongisti in carrozzina, e Samuel De Chiara che gioca in piedi. “Ringrazio Pancalli per la vicinanza e l’amicizia che ripone nei confronti del mondo paralimpico e del tennistavolo in particolare e faccio un grandissimo in bocca al lupo ai nostri atleti – ha concluso il presidente Di Napoli – Speriamo arrivino soddisfazioni ancora maggiori rispetto ai due bronzi vinti alle Olimpiadi di Rio”.

About the Author /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani