Biathlon, paura per Gabriela Soukalova: ritrovata viva a Livigno dopo una notte in addiaccio

Gabriela Soukalova - Anterselva 2016 - Foto Alberta Pasin

Si erano perse le sue tracce da ieri pomeriggio, quando era uscita in bicicletta per allenarsi. Sono state ore di apprensione per le sorti di Gabriela Soukalova, 33enne atleta della Repubblica Ceca, in questi giorni a Livigno (Sondrio) con il marito per una vacanza. La donna, due volte campionessa mondiale di biathlon e due medaglie olimpiche da qualche anno ritiratasi dalle competizioni, è stata ritrovata stamattina, sana e salva, dai Vigili del fuoco di Livigno, militari del Sagf-Guardia di Finanza di Bormio impegnati nelle ricerche con il Soccorso Alpino. Ieri sera, dalla zona dei laghi di Cancano, nel territorio comunale di Valdidentro (Sondrio), non è riuscita a tornare a valle dopo il giro in bici. E’ rimasta bloccata a 2400 metri di quota e ha trascorso la notte all’addiaccio. Dopo ore di ricerche e angoscia stamattina, attorno a mezzogiorno, è  stata individuata dai soccorritori, infreddolita, ma in buone condizioni di salute.