Giorgio Cagnotto: “Tania non cambierà di nuovo idea, ritiro è un segno del destino”

Tania Cagnotto - Foto Sportface.it

“Una volta che è venuta fuori la gravidanza ci siamo posti il dubbio sul lato sportivo. Ci siamo messi a provare fino all’ultimo, anche con risultati positivi, ma poi c’è stata la pandemia. È stato un segno del destino”. Così Giorgio Cagnotto, padre di Tania che ha annunciato il definitivo ritiro dall’attività agonistica, nonché tecnico federale della nazionale di tuffi, a Sport-Lab.it, aggiungendo come non ci sarà un nuovo ripensamento: “Non ci sarà nessun ripensamento. Tania ora è in gravidanza, non ci sarà un suo ritorno alle Olimpiadi. Francesca Dallapè ha spinto per farla riprendere in vista del ‘duetto delle madri’, ma l’ha presa bene. Ha spinto Tania ad andare avanti, ma poi da mamma ha compreso”.