Wta Palermo 2020, Sasnovich domina Paolini e vola ai quarti

Jasmine Paolini - Foto Ray Giubilo

Aliaksandra Sasnovich supera Jasmine Paolini nel secondo turno del Wta International di Palermo con il punteggio di 6-0 6-2, in un’ora e tredici minuti di gioco. Ai quarti di finale affronterà la vincente del match tra Petra Martic, numero uno del torneo, e Liudmila Samsonova, proveniente dalle qualificazioni. Partita a senso unico nel secondo turno del torneo di Palermo: Sasnovich ha dominato in lungo e in largo, non concedendo praticamente nulla alla sua avversaria, mettendo in mostra un tennis non consono alla sua attuale posizione in classifica. La tennista di Minsk ha controllato anche l’incontro odierno dopo aver regolato la Mertens al primo turno e aver superato tre turni di qualificazioni che le hanno permesso di rodare il suo tennis. Paolini invece non è riuscita a bissare i quarti di finale dell’edizione 2019 – dove fu sconfitta dalla futura finalista Bertens.

PRIMO SET – Dopo un inizio di match piuttosto combattuto, l’italiana non è riuscita ad opporre resistenza alla potenza e alle variazioni della sua avversaria, anche per via di un evidente problema alla coscia sinistra che la maratona di primo turno con Kasatkina ha senza dubbio aumentato. Nel game di apertura del primo set Sasnovich è subito aggressiva e a trenta breakka la sua avversaria. Nel gioco successivo la bielorussa annulla due palle del possibile contro-break e tiene il servizio ai vantaggi. Sotto 0-2 Paolini subisce un altro break a trenta, complice anche un brutto doppio fallo proprio sulla palla break, ed è subito costretta a inseguire. Nel quarto game l’azzurra manca una palla per recuperare uno dei due break (rovescio di poco lungo). Nel gioco successivo la tennista di Minsk continua a dominare e strappa per la terza volta, sempre a trenta, il servizio alla sua avversaria. Al cambio campo Sasnovich non ha problemi: primo parziale in suo favore con un netto 6-0.

SECONDO SET – Il secondo set continua sulla falsariga del primo: Paolini cede nuovamente il servizio in apertura – questa volta a quindici, con un doppio fallo sulla palla break – ed è ancora costretta a rincorrere. Nel terzo gioco la tennista toscana finalmente smuove il punteggio, riuscendo a tenere la battuta. Nel quinto game la musica non cambia e Sasnovich mette a segno l’ennesimo break della sua partita (a quindici in questa occasione). Il gioco successivo è davvero lungo: la bielorussa annulla ben sei palle break, che avrebbero permesso all’azzurra di rientrare in partita, e tiene il servizio ai vantaggi. L’incontro prosegue senza problemi e la numero 119 del mondo chiude la seconda frazione col punteggio di 6-2.